Ferentino – L’Avis batte il record di donazioni nel 2020: “Diffondiamo cultura della donazione su prenotazione” | TG24.info
Aggiornato alle: 10:25 di Martedi 19 Gennaio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Ferentino – L’Avis batte il record di donazioni nel 2020: “Diffondiamo cultura della donazione su prenotazione”

 ULTIME NOTIZIE
03 Gennaio
16:49 2021

 

 

 

 

Un anno straordinario, nonostante quasi tre mesi di stop a causa del lockdown per il Covid-19. Un nuovo primato per l’Avis Ferentino, che ha raggiunto quota 506 donazioni raccolte nell’anno 2020 appena concluso.

Il bilancio è stato reso noto attraverso un video sulla pagina facebook dell’associazione stessa, attraverso il presidente dell’Avis Ferentino, Roberto Andrelli.
In dieci mesi, in sostanza, forse anche qualcosa in meno, tenendo conto il blocco delle donazioni da fine marzo fino a maggio, l’associazione ferentinate che si occupa di raccogliere sangue per l’Asl di Frosinone, ha raggiunto il record di donazioni di 506, traguardo mai raggiunto in oltre 40 anni di attività.
Grazie allo sforzo del direttivo, dei suoi volontari, e alla piena disponibilità dei suoi donatori e del personale medico-sanitario che ogni volta con puntualità e professionalità assiste e collabora per la raccolta del sangue, si è riusciti nell’intento di aiutare tanti malati, e collaborare in maniera fattiva con l’Asl di Frosinone stessa, in particolare il Centro Trasfusionale: “Senza la piena collaborazione di tutti – ribadisce il presidente Roberto Andrelli – non saremmo mai riusciti in questa che definirei quasi un’impresa. La novità di quest’anno è stata quella delle donazioni su prenotazioni. Il Covid e i protocolli dei vari DPCM ci hanno imposto nuove regole, ma questo non è stato per noi un ostacolo, ma anzi, potendo vantare una struttura a norma abbiamo chiesto ai nostri donatori di prenotarsi durante la settimana precedente alla donazioni ai nostri contatti social o tramite telefono. Così facendo, iniziando le donazioni alle 7.30 e concludendo alle ore 11.00 riuscivamo sia a rendere un servizio maggiore alla collettività, venendo anche incontro alle esigenze del centro trasfusionale per quanto riguarda la raccolta del nostro sangue e ciò che ne consegue. Ecco perché intendo ringraziare tutti coloro i quali hanno collaborato per il raggiungimento di questo traguardo”.
A questo, poi, il presidente Andrelli aggiunge i ringraziamenti al sindaco di Ferentino, Pompeo, e a quei consiglieri comunali che negli anni hanno aiutato e sostenuto l’Avis Ferentino.
L’augurio e auspicio nel 2021 è quello di tornare a poter festeggiare insieme i traguardi e le iniziative dell’Avis Ferentino, e poter ritornare nelle scuole per diffondere la cultura del dono.
Prossima donazione, la prima del 2021, sabato prossimo 9 gennaio 2021.

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS