Aggiornato alle: 14:00 di Venerdi 7 Agosto 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Ferentino – Il personaggio: Marco Di Torrice, confermato nel CdA della Saf si racconta!

 ULTIME NOTIZIE
Ferentino – Il personaggio: Marco Di Torrice, confermato nel CdA della Saf si racconta!
02 Luglio
15:00 2020

 

 

 

Se la longevità politica è un merito, allora lui primeggia. Marco Di Torrice ha da poco superato i primi quarant’anni delle sue nozze con la politica. Un impegno che si è dipanato nei decenni sempre nella coerenza, nella moderazione e nella discrezione. È un campione della vecchia scuola democristiana, uno stratega. Non ama i riflettori. Preferisce lavorare dietro le quinte e si è sempre rivelato abilissimo nel tessere accordi e favorire alleanze per la riuscita delle amministrazioni di cui è stato protagonista nella sua città, Ferentino e in provincia. Di Torrice è reduce dalla gratificante conferma nel CdA della Saf.

Storico, come la sua carriera, è il rapporto con Francesco Scalia. Siete ancora legati?
“Legati come fratelli. Perché davvero, per me, Francesco è un fratello. Il nostro è un legame umano indissolubile, che va ben oltre la politica”.

Come vanno le cose con il suo sindaco, Antonio Pompeo?
“Splendidamente. Voglio bene ad Antonio, non è una novità. Parliamo spesso, qualche volta discutiamo, ma sono felice di assistere ai progressi della sua maturazione. In particolare negli ultimi tempi è cresciuto, sta crescendo bene sotto tutti i punti di vista, amministrativo e politico”.

Per restare in casa Pd, con l’altro Francesco (De Angelis) come procede?
“A De Angelis mi lega un rapporto diverso, fatto di rispetto. Francesco è un leader nato, è il leader indiscusso del Pd in Ciociaria. Guida abilmente il partito, sta lavorando bene, sono già arrivati risultati importanti, altri ne arriveranno”.

Cosa le sta più a cuore oltre al partito?
“Il futuro di Ferentino, la mia città. La partita è aperta, la gestiremo cercando di garantire ciò che considero valore primario, la continuità dell’azione amministrativa. Agiremo con determinazione e concretezza per raggiungere questo obiettivo”.

Nell’immediato, sempre guardando alla situazione amministrativa di Ferentino, cosa la convince, cosa non la convince?
“Mi convince la voglia di fare del sindaco. Raggiunto un obiettivo si butta a capofitto sul nuovo e questo gli ha permesso di inanellare una serie di successi importanti. Ma qualcosa dell’attuale giunta va rivisto. Penso che la giunta debba essere rafforzata con l’ingresso di nuovi elementi più collaudati, più esperti. Dico questo perché ci sono risposte da dare ai cittadini di Ferentino con più celerità, con la puntualità che ci si aspetta da chi amministra un Comune”.

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
LE PIU' LETTE