Aggiornato alle: 08:30 di Venerdi 6 Dicembre 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Falvaterra – Convento San Sosio, il consigliere Bertoni replica al sindaco Piccirilli

 ULTIME NOTIZIE
Falvaterra – Convento San Sosio, il consigliere Bertoni replica al sindaco Piccirilli
04 Dicembre
16:30 2019
A seguito della pubblicazione della notizia secondo cui io, in qualità di capogruppo consiliare Progetto Falvaterra, avrei denunciato presunti interventi edilizi non autorizzati relativi al Convento San Sosio, corre l’obbligo di chiarire il reale accadimento dei fatti”. Così il consigliere comunale di Falvaterra Gian Carlo Bertoni.

“Il Sindaco Piccirilli infatti ha messo in moto una goffa operazione di sciacallaggio politico, priva di qualsivoglia fondamento.
Forse, avendo compreso che solo lo sguardo benevolo dall’alto dei cieli può alleviare il suo già claudicante cammino di Sindaco, ha deciso di ergersi a paladino dei Padri Passionisti, senza che gli fosse stato richiesto né che se ne avvertisse la necessità.
Tuttavia dovrebbe ricordare che lassù ci vedono molto bene.
L’intervento in questione, al contrario di quanto si vuole sostenere, nasce proprio dalla ferma intenzione di salvare il convento e tutelare il territorio alla luce dell’emersa volontà della Congregazione di vendere la struttura.
Ne è prova la richiesta da noi avanzata della costituzione di una commissione sulla vicenda di San Sosio, motivata da un intento propositivo e collaborativo, per dare un seguito all’indirizzo politico espresso dalla precedente amministrazione, di cui l’attuale è sicuramente una prosecuzione, in merito alla vendita del convento.
Richiesta curiosamente respinta proprio dalla maggioranza.
È in tale contesto di confronto per la valorizzazione di Falvaterra che nascono le mie dichiarazioni; io mi sono limitato a segnalare un eventuale ostacolo e giammai ho mosso accuse contro chicchessia, come piace raccontare al Sindaco Piccirilli, che evidentemente non ha afferrato la problematica esposta.
Un bravo amministratore, infatti, dovrebbe essere a conoscenza del fatto che in presenza di eventuali illeciti, peraltro non necessariamente costituenti notizia di reato, come enfaticamente dichiarato, tale circostanza influirebbe negativamente sul processo di alienazione della struttura. Nella stessa logica di ricerca della chiarezza si colloca anche la questione dell’eventuale esistenza di vincoli amministrativi.
Avendo appreso tale notizia, consapevolmente ho evidenziato che in seno all’Amministrazione si possono operare due tipi di scelta: far finta di nulla, girandosi dall’altra parte o affrontare la problematica, per quanto di competenza, prima del suo verificarsi, così da rendere più agevole la vendita del Convento con sicuro beneficio per il territorio.
Questo il senso del mio intervento, prontamente strumentalizzato da chi, evidentemente, non sa andare oltre la bieca speculazione per colpire l’avversario politico.
Dispiace che per questa azione il Sindaco Piccirilli si sia spinto, senza ritegno, fino al punto di coinvolgere i Padri Passionisti in una pretestuosa querelle montata ad arte per logiche di partito.
Sono sicuro, o comunque mi piace pensare, che in questa vicenda il Sindaco sia in grado di fornire un contributo migliore, senza perdersi in sterili polemiche, a fronte del doveroso impegno richiesto a tutti noi, cittadini e amministratori”.

(fonte: Comunicato Stampa)

Parole Chiave - Tags
LE PIU' LETTE