Editoriale Sora – Sintesi delle assunzioni comunale: è vergogna politica! | TG24.info
Aggiornato alle: 19:15 di Sabato 12 Giugno 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Editoriale Sora – Sintesi delle assunzioni comunale: è vergogna politica!

 ULTIME NOTIZIE
Editoriale Sora – Sintesi delle assunzioni comunale: è vergogna politica!
16 Maggio
11:03 2021

 

 

(di Alessandro Andrelli) La peggiore maggioranza guidata dal peggior sindaco che Sora abbia mai avuto negli ultimi cinquant’anni continua a distruggere la città con scelte politiche insensate. Non riesce a capire che è necessario fermarsi, persevera e peggiora le cose senza focalizzare i tanti problemi e la grande crisi economica in atto. In un clima così apocalittico, il sindaco De Donatis e la sua maggioranza decidono di destinare 250mila euro dei cittadini sorani (ben cinquecento milioni delle vecchie lire!!!), per remunerare i 3 futuri dirigenti del Comune di Sora. Si grida allo scandalo ma è bene andare per ordine.

Com’è purtroppo noto a tanti in città, con delibera di giunta comunale n. 43 del 21 aprile 2021, a pochissimi mesi dalla scadenza del mandato, De Donatis e la sua giunta approvano “Il piano occupazionale per l’anno 2021”.

Dallo schema allegato alla delibera si evince che la Giunta De Donatis, “tenuto conto della grave carenza di organico di personale del Comune di Sora derivante da numerosi pensionamenti”, destina 564.999,01 euro (più di un miliardo delle vecchie lire!!!) per infoltire l’organico dei dipendenti comunali.

Nel dettaglio quasi 250.000,00 euro sono destinati all’assunzione di 3 dirigenti, poco più di 260.000,00 euro per l’assunzione di nuovi dipendenti di varie categorie da altre graduatorie già vigenti e poco più di 50.000,00 euro per l’aumento di 72 ore complessive ai dipendenti comunali già in servizio.

La Relazione a firma della Dirigente dell’Ufficio Personale, conclude che “l’incremento di spesa per il personale pari € 569.999,01 euro raggiunge, nel corso dell’anno 2021, la previsione massima di spesa e quindi per gli anni successivi non è possibile dare luogo ad ulteriori aumenti di spesa secondo i vincoli sanciti dal DL n.34 del 30.4.2019”. Di fatto il comune dopo questa operazione resterà “ingessato” per anni.

Fatto il doveroso riepilogo, cosa salta all’occhio anche dei più profani?

Il sindaco De Donatis e la sua giunta, in accordo con i consiglieri di riferimento, avrebbero scientificamente deciso che:
– gli attuali dipendenti comunali non a tempo pieno, restino part time fino alla loro pensione;
– gli attuali dipendenti comunali che di fatto svolgono, con sacrificio e abnegazione, spesso funzioni e mansioni superiori alla loro categoria, non abbiano mai (le nuove assunzioni non sono aperte a loro!!!) riconoscimenti di categorie superiori e che, pertanto, restino in tale situazione fino alla loro pensione.

Il Comune di Sora, per il Sindaco ha necessità esclusivamente di personale amministrativo e di polizia locali (i tecnici sono un optional!!!) e 3 dirigenti (di cui 2 sempre amministrativi ed uno per la polizia locale), con la specifica precisazione di n.1 interno all’Ente così da garantire la crescita professionale dei dipendenti. Cose da pazzi!!! Perché se la logica è logica tutto sembra fatto scientificamente contro i dipendenti (tranne uno), alcuni relegati addirittura in una anacronistica categoria A, altri neanche a tempo pieno.

Il sindaco De Donatis, la sua giunta monca (Baratta, Di Ruscio, Coletta e Paolacci) e tutta la sua maggioranza (Caschera, Mosticone, Lecce, De Gasperis, Castagna, De Donatis Floriana, Caldaroni e Bruni) hanno ritrovato, per magia!!!, l’armonia e la pace per l’approvazione del bilancio. In città si griderebbe ovunque allo scandalo perché sarebbero già noti a tanti le graduatorie di attingimento ed i nomi dei nuovi dirigenti (prima del concorso naturalmente!!!).

Per l’ennesima volta l’attuale maggioranza non solo fa capire ai dipendenti che non contano niente e che tutto il lavoro fatto non viene né riconosciuto né apprezzato, ma urla in faccia ai sorani di non avere la benché minima considerazione nei confronti della gente e delle attuali necessità. In sintesi il comune assumerà ed assumerà anche tanto, bloccando per anni e anni la possibilità di nuovi ingressi, ma al contempo non lascia spazio alla gente. Voci insistenti di corridoio e da bar dicono che ciascuno della maggioranza avrebbe trovato il suo. È scandalo!!! Davvero scandalo!!! In troppi urlano che tante e tali assunzioni, ad una manciata di giorni dalle elezioni, farebbe pensare allo scambio di voto e servirebbe per “sistemare” solo gli amici a discapito di una città intera. E mentre ognuno si sarebbe aggiustato, Sora continua a morire tra erba altissima, sterpaglie in pieno centro, attività in difficoltà e servizi ridotti al minimo (la specialistica docet!!!) o chiusi da tempo. Quelli che tanto male hanno generato negli ultimi 5 anni sono sempre gli stessi che affollano le liste elettorali di De Donatis, di Luca Di Stefano e di Bruni. Modificato l’ordine degli addendi il risultato non cambia. È una vergogna!!! L’attuale maggioranza si mischia con la minoranza, si mescola ad altri, ma resta sempre là, tenendosi saldamente alla sedia e difende ad ogni costo il proprio orticello, pronta a sedersi di nuovo e a fare altri danni. Tutto studiato e tutto valutato. È la vecchia politica che non demorde e cerca di arrampicarsi ovunque. Sora è stanca, troppo ha subito e sopportato… ha visto distruggere quanto era possibile distruggere, non può consentire di più. I sorani attendono le elezioni pronti a dimostrare che il tempo della vecchia politica è davvero finito. Questa volta sono pronti a scegliere la capacità, la competenza, l’onestà, la trasparenza e la conoscenza. La città vuole risorgere e sa benissimo che questa è l’unica strada da percorrere.

Forza Sora… questa volta ce la farai!!!

Alessandro Andrelli

 

 

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA
SOCIAL
TOP NEWS