Editoriale – Sora, nuove assunzioni in Comune: è vergogna!!! | TG24.info
Aggiornato alle: 21:30 di Venerdi 7 Maggio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Editoriale – Sora, nuove assunzioni in Comune: è vergogna!!!

 ULTIME NOTIZIE
Editoriale – Sora, nuove assunzioni in Comune: è vergogna!!!
25 Aprile
17:44 2021

 

 

(di Alessandro Andrelli) Se la maggioranza di De Donatis ha dimostrato di non conoscere vergogna nel ridurre Sora alla nullità più assoluta, di certo non si scompone nel confermare la propria scorrettezza politica nell’adottare la delibera di giunta (n. 41/2021) inerente la modifica del Regolamento sull’Ordinamento degli Uffici e dei Servizi e quella (n. 43/2021) di approvazione del Piano di Programmazione Triennale del Fabbisogno del Personale 2021-2023 Piano Occupazionale 2021. A pochi mesi dalla fine del peggior mandato che mai la città abbia subito, De Donatis “finto dimissionario” con i suoi fedelissimi cerca di condizionare ancora una volta Sora, condannandola al peggio del peggio che “più peggio” non si può.

Per quanto si dice in giro, i sopracitati atti servirebbero “a sistemare” gli amici, gli innamorati ed a ripagare chi tanto si è prostrato al potere, insano e malato degli ultimi 5 anni, senza battere ciglio e firmando l’infirmabile. In città, dentro e fuori il palazzo, si griderebbe allo scandalo. Tanti e troppi i particolari che salterebbero agli occhi e che, leggendo, mostrerebbero chiari gli intenti. Così, la disonestà intellettuale politica di quest’ultimo colpo basso, se qualcuno non l’avesse ancora capito, attesterebbe di che pasta sono fatti coloro che governano Sora e che, in extremis, continuerebbero a giocarsi il tutto per tutto senza badare neanche alle apparenze. Nessuno pensa ai sorani e si va avanti senza vergogna!!! Una giunta monca (Daniele Tersigni si è dimesso da tempo ed il posto è rimasto vacante), va a condizionare la città scientificamente, con atti che gridano vendetta e ipotecano il futuro in maniera indegna per blindare chi “i preferiti” e chi serve per fare voti. Voci concrete giurerebbero che a volere tutto ciò ed a tramare a tutto campo sia stata la Paolacci che per portare in alto il suo braccio armato, avrebbe concesso a Lecce e a Caschera quanto da loro richiesto. E tutti gli altri che ratificheranno di fatto in consiglio votando il bilancio cosa avranno in cambio??? Capiscono cosa stanno facendo? Sembrerebbe che se c’è chi “non s’abbotta” di contro c’è anche chi “non l’assaggia” o assaggia davvero solo le briciole.
Analizzando le due fantomatiche delibere tante sono le cose che è chiaro desumere. In primis appare evidente, senza ombra di dubbio, che a Sora non servono figure tecniche. Nonostante, negli ultimi 5 anni, siano andati via dal comune 3 ingegneri ed 1 architetto, per far funzionare la macchina, la giunta approva che c’è esclusiva necessità di figure amministrative e di figure per la polizia locale. A seguire l’ulteriore barzelletta che rende il quadro patetico. Se da un lato è noto a tutti che, solo pochi mesi fa, si è concesso senza battere ciglio il comando presso altro comune al dirigente di ruolo dei Vigili Urbani, dall’altra sull’atto incriminato si legge l’assoluta necessità di prenderne immediatamente uno nuovo dallo scorrimento di graduatorie vigenti al fine di ridurre con urgenza i carichi di lavoro attualmente gravanti sui dirigenti rimasti. Ma se una figura di questo tipo è tanto indispensabile, perché è stato concesso il nulla osta al comando? La sceneggiata, pero, non è di certo finita qui. Se da una parte si legge che si ritiene necessario attingere quasi tutto il personale che serve dalle graduatorie di altri Enti, dall’altra viene esplicitato che per le due figure dirigenziali amministrative è bene fare un concorso, con il 50% riservato agli interni, <<al fine di permettere una crescita professionale al personale dell’Ente>>. Ma scherziamo?!? La crescita professionale deve essere assicurata soltanto per le 2 figure dirigenziali? E tutti gli altri? Che vergogna!!! Che infinita vergogna!!! Nei corridoi di palazzo i nomi dei “nuovi assunti” (dai futuri concorsi e dalle graduatorie in essere) sarebbero già noti. Tanta l’ira nei confronti di cose assolutamente non giuste che prendono in giro prima i dipendenti e poi i cittadini tutti. Infinita la rabbia di un piano malefico atto a dimostrare una volta di più un arrivismo politico senza eguali. Diverse le segnalazioni che sembrerebbero essere già state inoltrate agli organi di giustizia competenti per dimostrare che i nomi fatti adesso, prima dei giochi, sono gli stessi di quelli che poi magicamente si ritroveranno alla fine. Guarda che coincidenza, tutto sarebbe già deciso prima della pubblicazione del bando stesso.
Povera Sora affogata dal peggio del peggio che, dopo aver annientato una città ed una macchina amministrativa intera, ancora ha il coraggio di parlare e di generare l’inverosimile. Questa gente è la stessa gente che tra qualche mese di presenterà di nuovo a chiedere il voto ai sorani. Capisca Sora la necessità di scrollarsi di dosso la vecchia politica e di guardare alla competenza, alla capacità nella materia amministrativa e all’onestà, perché proprio così non va.

Alessandro Andrelli

 

 

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS