Editoriale Sora – L’attuale maggioranza si ricicla: è tutta “minestra riscaldata”! | TG24.info
Aggiornato alle: 15:07 di Venerdi 30 Luglio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Editoriale Sora – L’attuale maggioranza si ricicla: è tutta “minestra riscaldata”!

 ULTIME NOTIZIE
Editoriale Sora – L’attuale maggioranza si ricicla: è tutta “minestra riscaldata”!
13 Giugno
18:11 2021

 

 

 

Il Parco Mons. Mario Morganti è operativo. Le tariffe sono state stabilite. I custodi assunti. Bruni e Lecce sono contenti. Eppure ai sorani qualcosa non torna. Non si vedono file interminabili per giocare a minigolf, anzi a dir la verità, passando e ripassando, non si vede proprio nessuno. Il tanto famoso campo, costato ai cittadini sorani 500mila euro di debiti, è praticamente sempre vuoto (ma non era l’idea rivoluzionaria della piattaforma civica e di Bruni?). Essendo il padel l’unico gioco a funzionare, possiamo dedurre che le mazze comprate dai sorani serviranno ad altro, perché di certo tutti questi giocatori di golf non ci sono. Poi, a prescindere dal numero di persone che utilizzano quanto realizzato, salta agli occhi che per mantenere questo carosello ben 6 persone sono state assunte con il compito di custodia e pulizia del parco, quando tutta Sora versa in un degrado ed una sciatteria mai visti.

Al Parco Morganti si contrappone la città intera ed al servizio di vigilanza ivi costituito si contrappone la situazione del Servizio Manutenzioni che, sempre con 6 operai o poco più, deve fronteggiare tutte le esigenze della città. Manutenzione delle scuole e dei cortili esterni alle stesse, delle strade, dei marciapiedi, degli edifici comunali, del cimitero, dei parchi, delle rotatorie, per non parlare delle eventuali manifestazioni, emergenze, problemi della montagna e chi più ne ha più ne metta. Il tutto a gravare completamente sulle spalle degli stessi operai comunali (molti anche prossimi alla pensione) né supportati, né aiutati e né rafforzati. È uno scandalo!!! Se il comune è ridotto al fantasma di se stesso, i dipendenti tutti e gli operai in particolare lo sono un po’ di più. Una situazione insostenibile che ha generato la maggioranza De Donatis, mettendo in ginocchio una città intera. E poiché i rappresentanti di questo governo “da dimenticare” si definiscono “bravi” anzi “bravissimi”, si ripropongono alla cittadinanza convinti e si ricandidano un po’ di qua e un po’ di là, attuando giochi e giochetti per essere rieletti. Di fatto sono sempre loro perché l’obiettivo è quello di tenere ben salvo il proprio orticello e di collocarsi in una situazione tale da poter essere rieletti. Il problema è che, essendo sempre gli stessi, sono pronti a continuare la distruzione della città riprendendo da dove hanno lasciato. Ma la gente è stanca e non ce la fa più. È ora di dire basta alla vecchia politica ed alla politica lasciata in eredità. È ora di avere gente diversa, competente, onesta, trasparente e preparata che capovolga gli scenari e sia fuori dagli schemi consolidati e dalle logiche che di certo non pensano a Sora. La città è pronta a urlare basta e a ripartire daccapo con un passo diverso e vincente che la porterà lontano.

Alessandro Andrelli

 

 

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

SOCIAL
TOP NEWS