Editoriale Sora – La città è distrutta, ma “Habemus il campo da minigolf” (VIDEO) | TG24.info
Aggiornato alle: 15:06 di Sabato 12 Giugno 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Editoriale Sora – La città è distrutta, ma “Habemus il campo da minigolf” (VIDEO)

 ULTIME NOTIZIE
06 Giugno
15:07 2021

 

 

(di Alessandro Andrelli) Giorni e giorni a spazzare sempre lo stesso cemento, a pulire sul pulito nello stesso posto e a raccogliere anche la più piccola fogliolina caduta nelle stesse aiuole. Finalmente il fatidico momento è arrivato e l’inaugurazione più attesa dalla maggioranza De Donatis diventa realtà. “Habemus il campo da minigolf!!!” con tutto quanto annesso e connesso.

Parliamo dell’unico progetto iniziato e concluso dai lavori pubblici del governo De Donatis completamente ascrivibile alla “capacità politica” della piattaforma civica (anche se manca ancora il famoso chioschetto!). Con la manifestazione di inaugurazione, caratterizzata prima da un comunicato subito dopo disdetto e poi da un invito immediatamente corretto, il peggiore gruppo di governo che Sora abbia mai visto negli ultimi 50 anni consegna ai sorani nel dettaglio i tanto desiderati campi da minigolf e da padel, un gioco per bambini che sembra un carro allegorico ed una villetta solarium che, sebbene piena di panchine a spigolo vivo posizionate sotto il sole, potrà essere utilizzata, per quanto detto dalla stessa maggioranza, anche come pista da pattinaggio. Il tutto alla modica somma, fino ad oggi, di quasi 600mila euro (di cui 500mila di debiti contratti con il Credito Sportivo e ottenuti con “un escamotage” secondo le dichiarazioni rilasciate in una delle tante conferenza stampa di lancio), a cui bisognerà aggiungere altri 400mila euro circa per completare quanto promesso.

E mentre i riflettori illuminano il campo da minigolf, quale opera prima dell’attuale maggioranza, Sora piange se stessa mostrandosi abbandonata e dimenticata ovunque. Le immagini riprese (il video è stato effettuato giovedì 3 giugno, ndr) parlano chiaro e rendono superflua ogni altra parola. Lo scempio che ieri mattina (sabato 5 giugno, ndr) regnava in Via Regina Elena (vedi foto a lato) continua a dire di tutto e di più senza necessità di aggiungere altro. Questa è Sora oggi, questa è Sora ovunque, ma il minigolf c’è!!! Potremmo aggiungere molto, ma a cosa servirebbe? Lo scempio è sotto gli occhi di tutti e davanti alle case di ognuno. Chiediamo allora… è giusto amministrare così? Che cosa ha portato alla città questo modo di fare e di operare se non tanta sciattezza generale e degrado diffuso? Eppure a fronte del nulla costante, dei risultati non ottenuti e della distruzione di quello che c’era e che funzionava, l’attuale maggioranza osanna se stessa ed è pronta a ricandidarsi di nuovo. Chi sta con De Donatis, chi con Di Stefano e chi con la destra senza aver ben capito se unita o divisa, se insieme o contro al PD, ma tutti presenti per continuare a distruggere.
Il caos è generale, mentre gli attuali protagonisti di governo difendono a spada tratta il proprio orticello contando sui voti clientelari e sulla vecchia politica.
Cosciente che altri 5 anni di tale scempio farà sì che la situazione non sia più recuperabile, Sora è chiamata a votare. Ai sorani la possibilità di farsi ingannare di nuovo (i risultati si sono già visti) o vedere oltre per costruire una realtà diversa e un nuovo modo di fare politica. La scelta condizionerà in modo irreversibile il futuro e la possibilità di tornare a volare. Le mazze da golf ci sono… bisogna soltanto usarle bene!!!

Alessandro Andrelli

 

 

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA
SOCIAL
TOP NEWS