Editoriale – Sora: bandi e assunzioni strategiche, continua la vergogna!!! | TG24.info
Aggiornato alle: 16:30 di Venerdi 30 Luglio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Editoriale – Sora: bandi e assunzioni strategiche, continua la vergogna!!!

 ULTIME NOTIZIE
Editoriale – Sora: bandi e assunzioni strategiche, continua la vergogna!!!
20 Giugno
17:30 2021

 

 

 

(di Alessandro Andrelli) È iniziata la corsa ad accaparrarsi il voto ad ogni costo. Tanti sembrano disposti a tutto per essere chiamati “sindaco” e molti altri per avere un ruolo determinante nei vari raggruppamenti. Troppi hanno motivazioni diverse che di certo non contemplano il ben amministrare e l’amore per Sora, mentre giochi personali, che hanno poco e niente di servizio per la città, troppe volte prendono il sopravvento.

Così alcune volte si sfiora il patetico, altre davvero il ridicolo. Di certo è il tempo delle promesse da cabaret e si verifica l’assurdo. Si hanno meno sindaci che “vicesindaci in pectore” e, in alcune compagini, continuano addirittura a moltiplicarsi. Davvero un optional la serietà, mentre l’assenza di vergogna dilaga. Dopo i sei assunti per la custodia e manutenzione del parco Morganti (dicono per la gioia di Bruni, Caschera e Lecce) viene pubblicata la Determinazione n. 251 del 16.06.2021 di approvazione di avviso pubblico per la copertura di n. 1 posto a tempo pieno e indeterminato di dirigente amministrativo-contabile, riservato a idonei di graduatorie di concorsi pubblici espletati da altri Enti.
Per chi non lo ricordasse (leggi qui – leggi qui – leggi qui – leggi qui ) tale avviso si riferisce all’immissione in ruolo del nuovo dirigente – comandante della polizia locale. Tale avviso segue una prima procedura di assunzione che si è rilevata un mega flop (il dirigente è andato via a gambe levate dopo pochi mesi di immissione in ruolo) e una seconda procedura a scavalco che è stata peggio della prima. Non si capisce perché, ma da Sora fuggono tutti. A partire dai Segretari Generali, per continuare con i funzionari in comando e poi con i dirigenti. Il fuggi fuggi generale si va a sommare ai pensionamenti (spesso anche anticipati), ai trasferimenti volontari e alle aspettative del personale dipendente. Nonostante la disfatta generale, l’attuale maggioranza continua contro ogni umana ragione.
Da quello che si dice in giro, con le assunzioni nei ruoli possibili, si starebbero accontentando gli amici e gli amici degli amici, lasciando a piedi tutto il resto della città. È la vecchia politica che avanza, che si ripropone e che si comporta sempre nello stesso modo. La verità è che l’attuale maggioranza, in parte con Luca Di Stefano, in parte a destra e in parte con De Donatis resta sempre presente ed é pronta a tutto perché proprio non se ne vuole andare. Troppo importanti gli orticelli, troppo radicata la volontà di continuare a pensare solo e soltanto se stessi. Cambiamo gli schemi di formazione e i volti di facciata, ma i giocatori restano sempre gli stessi e il metodo anche. Si continua a prendere in giro Sora e i sorani perché di fatto a nessuno di questi matusalemme della politica importa qualcosa della città. Legati soltanto ai vecchi schemi e ai giochi terribili che hanno ridotto Sora così, sono impegnati a tenere stretta la sedia e a non lasciarsela scappare. La città è annientata e con il perdurare di questo modo di fare lo sarà ancora di più.
Ma la gente questa volta è vigile e attenta, sa che deve puntare sulla competenza, sulla capacità, sull’onestà e sulla trasparenza. C’è necessità di chi ha a cuore Sora e i sorani, chi vuole far ripartire la macchina ed ha le capacità per farlo. Questa è l’arma vigente che farà la differenza, perché solo così si potrà tornare a volare.

Alessandro Andrelli

 

 

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

SOCIAL
TOP NEWS