Aggiornato alle: 09:00 di 18 Agosto 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Editoriale – La festa della mamma, la nostra super eroina

 ULTIME NOTIZIE
Editoriale – La festa della mamma, la nostra super eroina
12 Maggio
19:45 2019
(di Anna Ammanniti) La “mamma è sempre la mamma”, è la donna più importante nella vita dei figli, accudisce, protegge, ama per sempre. Tra mamma e figlio c’è un legame particolare, indissolubile, che non  morirà mai.

Mamma, deriva dal latino “mammae”, significa “mammella” ed indica il rapporto stretto che c’è tra una madre ed un figlio. La “mater” è colei che ordina e prepara, donando il suo corpo e sopportando il dolore, il frutto dell’amore, all’esistenza. Non basterebbe una vita per descrivere colei che dà la vita, una mamma attraverso la legge della natura trasforma un piccolissimo seme in vita, lo fa con coraggio, amore, sacrificio. Il cuore di una mamma non ha fondo, le mani curano con amore, gli abbracci sono il luogo più sicuro al mondo. La mamma la trovi sempre al suo posto, pronta per i suoi cuccioli, uno sguardo, una carezza, la parola giusta al momento giusto. Anche quando i “cuccioli” diventeranno adulti, le mamme resteranno il punto di riferimento più saldo, quello pieno di amore incondizionato. Davanti a un pensiero di troppo, un problema, un dolore, loro saranno sempre lì a disposizione, non si tireranno mai indietro, sono come le super eroine delle favole, dei sogni da bambino, le principesse guerriere e le paladine della legge. Nel momento di difficoltà arrivano loro e basta la sola presenza per sentirsi più forti, protetti, amati. Una mamma è un porto di approdo sicuro, le mamme sono al centro della vita degli uomini. Le mamme nutrono i figli già prima di venire alla luce, li seguono nel percorso dell’infanzia e dell’adolescenza, li aiutano a diventare autonomi, tifano per loro, soffrono con loro, godono dei loro successi, offrono una spalla sulla quale piangere nei loro insuccessi. La mamma ti protegge, ti ama, ti incoraggia, ti aiuta a spiccare il volo.

La Festa della Mamma si celebra la seconda domenica di maggio, è una tradizione che affonda le proprie radici nell’antichità. Già all’epoca dei Greci e poi dei Romani, questa celebrazione era molto sentita e le mamme venivano festeggiate durante le numerose feste dedicate alle divinità femminili e alla fertilità. Durante il Medioevo e poi il Rinascimento, queste tradizioni sono andate perse, per la maggiore diffusione del Cristianesimo e l’abbandono delle tradizioni pagane. Nel corso di questi secoli le celebrazioni dedicate alle mamme erano quelle legate alla maternità della Madonna. La festa di Maria veniva considerata la festa di tutte le mamme. L’attuale celebrazione della mamma fu introdotta tra l’800 e il 900. Tra il 1860 e il 1870 una pacifista americana, Ann Reeves Jarvis, cercò di promuovere diverse “feste della mamma”, sotto forma di picnic, il cui fine era quello di avvicinare tra loro le madri di Nordisti e Sudisti, dopo la guerra civile. Nei primi anni del 900, Anna Jarvis, figlia di Ann Reeves Jarvis, organizzò diversi eventi dedicati alle mamme.  Nel 1914 il presidente USA Woodrow Wilson ufficializzò la Festa della Mamma, stabilendo che venisse celebrata la seconda domenica di maggio, periodo dell’anno in cui era morta Ann Jarvis. La Festa della Mamma arrivò in Italia il 24 dicembre del 1933, durante il periodo fascista, venne celebrata la “Giornata della madre e del fanciullo”. Fu così che, ogni vigilia di Natale, si iniziò a festeggiare le mamme per motivi propagandistici: la politica del regime fascista vedeva nelle mamme il miglior modo per far presa sull’opinione pubblica, tanto che in quel periodo venivano premiate le famiglie più prolifiche. Nel dopoguerra questa celebrazione perse il carattere propagandistico e nella seconda metà degli anni ‘50 si diffusero due feste della mamma: una religiosa e l’altra legata a motivi di promozione commerciale. Le ricorrenze erano celebrate entrambe a maggio, mese dedicato sia alla Madonna che ai fiori. Dal 1959 la festa diventò unica e per diversi anni è stata celebrata l’8 maggio. Oggi, proprio come negli Usa, si festeggia la seconda domenica di maggio.

Anna Ammanniti

 

 

 

 

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE