Aggiornato alle: 10:45 di 7 Giugno 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Editoriale Frosinone – Festival dei Conservatori: la potenza della musica!

 ULTIME NOTIZIE
Editoriale Frosinone – Festival dei Conservatori: la potenza della musica!
31 Luglio
19:30 2018

 

 

 

 Il Festival dei Conservatori è giunto al termine. La musica ha riempito le sarete di Frosinone e mette quasi tristezza doverla lasciare andare.

La musica è ovunque.
La musica è il nostro corpo, siamo noi.
È il battito del nostro cuore, il tamburellare delle nostre dita sul tavolo quando siamo agitati, il suono della nostra risata quando siamo allegri e quello delle nostre lacrime quando siamo tristi.

La musica è parte di noi e, questo, diviene ancora più evidente quando ci troviamo di fronte a chi di musica vive, a chi della musica fa il suo mestiere.

Il visto dei ragazzi dei Conservatori che hanno partecipato al Festival segue le note. Sono come ipnotizzati.
La musica gli entra nelle dita che pizzicano le corde di una chitarra o del basso, nei polpastrelli che spingono, con forza ora e con delicatezza più tardi, i tasti di un pianoforte; la musica gli entra nelle braccia forti che danno il ritmo battendo sulla batteria.
Tutto questo è magia.

Basta guardare questi ragazzi per capire che la musica è vita. Basta chiudere gli occhi e lasciarsi trasportare delle note per piegare involontariamente le labbra all’insù, per sentire il corpo reagire e i piedi seguire il ritmo.

La musica è parte di noi, è tutto e ci circonda, ci accompagna quotidianamente.
La musica unisce e ci insegna che possiamo comprenderci, perché sotto la volta delle note siamo uguali.

“Ciò che non si può dire e ciò che non si può tacere, la musica lo esprime.”, Victor Hugo.

Ester Evangelisti

SOCIAL
LE PIU' LETTE