Editoriale Alatri – (Pochi) Movimenti in vista delle elezioni… | TG24.info
Aggiornato alle: 11:32 di Sabato 6 Marzo 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Editoriale Alatri – (Pochi) Movimenti in vista delle elezioni…

 ULTIME NOTIZIE
Editoriale Alatri – (Pochi) Movimenti in vista delle elezioni…
12 Gennaio
17:33 2021

 

 

 

Non si sa se il voto per le comunali si svolgerà a primavera o verrà spostato a settembre per via della Pandemia, fatto sta che la politica nella terza città della provincia si muove a rilento e i tatticismi paralizzano lo scenario

L’unica cosa certa e che a giorni pare verrà ufficializzata è la ricostituzione di un fronte unito nel centro destra, riunito attorno alla figura ‘civica’ di Maurizio Cianfrocca. Lo stimato commercialista, ex consigliere della lista Progetto Alatri che oggi esprime il Presidente del Consiglio Comunale Fausto Lisi, ha accettato la sfida da diversi mesi ma è rimasto nell’ombra in attesa che tutte le forze politiche dello schieramento di centro destra si convincessero. Titubante fino all’ultimo pare sia stato Fratelli D’Italia, con Antonello Iannarilli che ha proposto soluzioni più prettamente politiche e partitiche rispetto ad un candidato sindaco civico. Sul fronte della maggioranza ancora tutto fermo e nessuno si sbilancia, anche se all’interno della compagine che sostiene il Sindaco Morini, Partito Democratico e Lista Morini appunto, qualche spaccatura pare nascere sulla necessità di “andare oltre”, di delineare una netta rottura con il passato e il presente, per aprire nuove alleanze in particolare con le forze civiche e con Italia Viva rappresentata dal consigliere ex PD, Maurizio Maggi. Sul fronte delle opposizioni, invece, ed usiamo il plurale volutamente, si lavora a rafforzare la collaborazione tra le diverse liste, quelle rappresentate in Assise come Alatri in Comune di Tarcisio Tarquini e Noi per Alatri con Patto per Alatri di Ernico Pavia e Nazareno Costantini, ma anche con chi non è attualmente in Consiglio come Programma Alatri che ha espresso il sindaco con Patrizio Cittadini e ha ancora una sua discreta forza sul territorio e i Socialisti, entrati in rotta di collisione con la giunta Morini poco dopo le scorse elezioni. C’è chi ha fatto un passo in avanti, come Maggi, che si è esposto per lanciare la sfida di un centro sinistra unito e comprensivo, che vada dal PD ad Italia Viva, passando per le civiche, unico fronte che potrebbe contrastare la potenza di fuoco del centro destra unito. Ma questa proposta, al momento, pubblicamente non è stata raccolta da nessuno anche se pare trovi diversi sostenitori. Altra incognita sono i Cinque Stelle che, benché non abbiano avuto un grande successo alle scorse elezioni, sono comunque una forza di governo e ad Alatri esprimono anche un Parlamentare nella persona di Luca Frusone. Insomma, a giorni lo scacchiere potrebbe cominciare a muoversi, anche se i tatticismi sono ancora tutti sottotraccia…ma il tempo a disposizione per alleanze e schieramenti non è poi molto, soprattutto perché si sta parlando della terza città della provincia per popolazione e per numeri di elettori e su Alatri si giocano la partita in molti, soprattutto nel PD.

 

Andrea Tagliaferri

Parole Chiave - Tags

 

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com