Aggiornato alle: 23:00 di Martedi 28 Gennaio 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Editoriale – Acquisti natalizi: quando gli sconti non sono reali

 ULTIME NOTIZIE
Editoriale – Acquisti natalizi: quando gli sconti non sono reali
15 Dicembre
09:00 2019
(di Anna Ammanniti) Aggiungi un centesimo ed ottieni sconti fantastici, superlativi, unici …

Guarda caso i prodotti sono quasi tutti prezzati con il 99 cent finale. Aggiungi un prodotto per ottenere lo sconto, ti basta spendere solo un centesimo in più, ti spiega il commesso visibilmente “addestrato” per vendere più prodotti possibili. Lo stesso ti offre come sempre il “solito spray” inutile per pulire le scarpe, spray che ne avranno milioni di flaconcini stipati nei magazzini. “Non li vuole nessuno quegli spray, non li voglio nemmeno io.” Il commesso insiste dicendo che basta solo un cent per avere fantastici sconti del 50 %. “Cosa posso prendere se mi trovo in un negozio in cui non si vendono caramelle?” Aggiungi un prodotto per colmare quel cent ed hai speso 10 euro in più di quello che avevi previsto. Vai alla cassa ti fanno il conto, aspetti di pagare il totale e di avere il tuo guadagnato e “sofferto” 50% “… ma nemmeno a pensarci! La cassiera ti guarda con il sorrisino e ti dice che è sufficiente aggiungere un altro centesimo e gli sconti del 50% sono ben due! Già stanco di portare i calcoli mentalmente, sbuffi e chiedi cosa puoi aggiungere. Beh anche solo un paio di lacci, di modiche 3 euro! “Ok ecco i lacci”, ti esce finalmente dal registratore di cassa la striscia con tutti gli sconti, che potrai spendere anche subito! Fantastico quel “subito” … ma ovviamente c’è un tetto massimo di spesa. Fai il giro del locale per non tornare successivamente sotto le feste e trovare code infinite di gente che come te è alla caccia del “centesimo in più”. Prendi quella felpa che piace tanto a tua figlia, alla fine la pagherai solo la metà, ci hai svoltato! Vai alla cassa, coda infinita di gente col centesimo in più in tasca, presenti maglia e il lungo scontrino con lo sconto. Ti dicono: “signora lo sa che lo sconto è sul listino prezzi vero?” Morale della favola non risparmi più il 50 %, ma pochi euro, rispetto a quello che hai speso in più. Hai speso per il primo centesimo 10 euro in più, per il secondo altri 3 euro. Praticamente il gioco non vale la candela e l’impresa non vale la spesa! Hai portato a casa due prodotti che non avevi il minimo desiderio di comprare. Questo shopping lascia l’amaro in bocca, fa acquistare ciò che non vorresti attirato dal centesimo in più per ottenere lo sconto. Sconto che a conti fatti non hai avuto. Stai per pagare l’ennesimo prodotto, ti senti già avvilito e l’altra cassiera, l’altra … non quella di prima, ti dice che se aggiungi un cent hai diritto ad altri sconti. Vai via senza rispondere. Attirati dallo sconto del 50% è facile farsi prendere dalla frenesia dell’acquisto per pentirsi subito dopo essere passati alla cassa. Diffidare dagli sconti del 50%!

Anna Ammanniti

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
LE PIU' LETTE