Cervaro – Investì una donna che poi è morta, la replica della difesa | TG24.info
Aggiornato alle: 08:00 di 1 Agosto 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Cervaro – Investì una donna che poi è morta, la replica della difesa

 ULTIME NOTIZIE
Cervaro – Investì una donna che poi è morta, la replica della difesa
20 Aprile
15:21 2021

 

 

 

L’avvocato Francesco Candido, difensore dell’imputato nell’ambito del procedimento penale scaturito dall’investimento mortale di una donna in data 9 gennaio 2020 a Cervaro, chiede la rettifica dell’articolo pubblicato in data 15.04.2021, rilevato che il contenuto risulta del tutto estraneo al reale accadimento della vicenda, nonché a quanto processualmente risultante in atti.

Invero, deve preliminarmente essere evidenziato che a seguito del sinistro occorso presso la via Casilina Sud, lo stesso conducente si è apprestato nell’imminenza dei fatti ad effettuare spontaneamente ogni comunicazione utile ai fini della propria identificazione quale conducente del veicolo coinvolto, contrariamente a quanto affermato nell’articolo contestato, ove si rappresenta erroneamente che “le ricerche immediate e meticolose degli agenti della Polizia Stradale consentirono in pochi giorni di individuare la vettura e il suo conducente… auto pirata”. D’altro lato, risulta inveritiera ed infondata la circostanza secondo la quale “con una mano guidava e con l’altra parlava al telefono… “, poiché non supportata da alcun atto processuale, come anche si contesta la pure non corretta ricostruzione delle dinamiche e circostanze del sinistro.
In specie, ad integrazione della consulenza espletata dal consulente della procura, con la quale è stato accertato che il conducente procedesse a bassissima velocità, con comportamento alla guida conforme alle regole della circolazione stradale, la scrivente difesa ha già prodotto in atti sommarie informazioni con le quali si dimostra che la telefonata oggetto di contestazione è avvenuta in un momento sicuramente successivo a quello dell’ impatto. Qualsiasi ulteriore accertamento non potrà che essere accertato in fase dibattimentale, dove sono fiducioso emergerà la più totale estraneità penale del mio assistito rispetto ai fatti contestati.

La redazione di Cassino

Parole Chiave - Tags
  •  

IN EVIDENZA

SOCIAL
TOP NEWS