Aggiornato alle: 18:50 di Giovedi 20 Febbraio 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Ceprano – Sottoscritto l’accordo tra il Comune e le parti sociali

 ULTIME NOTIZIE
Ceprano – Sottoscritto l’accordo tra il Comune e le parti sociali
23 Luglio
12:31 2015
Viste le criticità generali e particolari del Comune di Ceprano, al fine di riportare un’equità sociale, è stato sottoscritto un accordo tra il Comune e le parti sociali.

Nella giornata di ieri, presso la Casa Comunale, a seguito della discussione e condivisione della piattaforma sociale territoriale unitaria, viste le difficoltà economico-sociali dei residenti, alla presenza del Vicesindaco e Ass. al Bilancio Vincenzo Cacciarella ed ai rappresentanti delle parti sociali CGIL, CISL, UIL e UILP, è stato sottoscritto tale accordo:

– di istituire la soglia esente a euro 12.000,00 per l’applicazione dell’addizionale comunale all’IRPEF la quale è stata inserita per la prima volta nell’esercizio di bilancio con l’impegno ad applicare anche la progressività dell’aliquota nei prossimi bilanci;

– di proseguire la lotta all’evasione e all’elusione fiscale, già avviata e condivisa con le OO.SS. sia con la Guardia di Finanza che con l’Agenzia delle Entrate, al fine di destinare le risorse recuperate alle politiche sociali;

– di non effettuare tagli all’erogazione delle prestazioni sociali;

– di rivedere il regolamento TARI per l’introduzione di detrazioni per le situazioni di disagio economico ed handicap.

“La concertazione che abbiamo avviato con le parti sociali parte dal nostro insediamento e dopo aver dato loro un quadro complessivo di tutte le criticità generali e particolari del Comune di Ceprano, abbiamo iniziato un percorso che negli anni possa riportare equità sociale.

I piani ai quali stavamo lavorando hanno subìto variazioni a causa di fattori esterni: introduzione dell’Imu sui terreni, agricoli che comporta tagli per il Comune pari al doppio di quello che in realtà recupera; tagli molto cospicui ai trasferimenti statali; introduzione della nuova contabilità armonizzata che impone accantonamenti importanti e quindi risorse non utilizzabili; tutto ciò equivale ad una sommatoria insostenibile di risorse mancanti per i Comuni che sono la prima, ed a volte unica, interfaccia tra i cittadini e lo Stato.

Alla luce di quanto sopra, nonostante le mille difficoltà, portiamo avanti la piattaforma per i Comuni con le parti sociali.

Piattaforma che parte dalla lotta all’evasione fiscale e su questo punto rivendichiamo con orgoglio il protocollo che il Sindaco ha firmato con la Guardia di Finanza al quale seguirà a breve quello con l’Agenzia delle Entrate” – ha dichiarato il Vicesindaco Vincenzo Cacciarella.

SOCIAL
LE PIU' LETTE