Aggiornato alle: 10:10 di Lunedi 18 Febbraio 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Ceprano – Primarie centrodestra, Marco Colucci non ha dubbi: “Sì a modello Frosinone”

 ULTIME NOTIZIE
Ceprano – Primarie centrodestra, Marco Colucci non ha dubbi: “Sì a modello Frosinone”
13 Febbraio
15:33 2019
Dopo le esternazioni di Roberto Pellegrini, non si fa attendere la replica di Marco Colucci che rilancia, fra l’altro, il “modello Frosinone”. Ecco cosa ha detto Colucci.

<<L’amico Roberto mi chiede una risposta, meritando la mia massima attenzione.
Si è vero, sono stato il primo a mettermi in gioco, offrendo la mia candidatura a sindaco quando ancora nessuno si era proposto per questo scopo. Quando poi sono stato chiamato per convergere su un’unica lista per così dire di centro-destra, dove avrei dovuto rinunciare alla mia candidatura per sostenerne un’altra che mi veniva proposta come migliore, ho detto espressamente che non intendevo farlo, ritenendo la mia persona più capace di aggregare consensi. Quando abbiamo dovuto constatare l’impossibilità di arrivare ad un accordo su un solo nome, ho deciso di fare un passo indietro, rimettendomi in discussione proponendo delle elezioni primarie che avrebbero dovuto indicare il migliore candidato, sul quale far convergere il consenso di tutti quelli che intendevano sostenere l’aggregazione.
Non è vero che le elezioni primarie sono appannaggio esclusivo della sinistra: a Frosinone Ottaviani fu scelto la prima volta come candidato sindaco del centro destra dopo delle primarie da tutti condivise e fu capace di rimettersi in gioco una seconda volta, sempre attraverso nuove primarie, anche quando era sindaco uscente. E vinse di nuovo clamorosamente, sia le sue seconde primarie che le elezioni comunali, definito per questo “modello Frosinone”.
Pellegrini rifiutò la mia proposta senza una spiegazione, che invece solo adesso finalmente ha deciso di dare: la mancanza di forze politiche di centro destra organizzate a Ceprano, se si esclude Forza Italia, per poter condividere delle elezioni primarie. Se così fosse, Pellegrini dovrebbe essere contento di misurarsi in questo modo, essendo il solo tra noi due a godere del dichiarato appoggio di un partito politico, contro di me che, pur appartenendo all’area moderata, motivo stesso per cui lui per primo mi ha cercato per sostenere la sua indiscutibile candidatura, non ho padrini o padroni di sorta. E questo fa ancora più arrabbiare qualcuno, che ha difficoltà a catalogarmi come vorrebbe.
Così come da fastidio a tanti la mia collaborazione con la presidenza della provincia di Frosinone, nata prima come riferimento della minoranza, poi integrata con soddisfazioni e riconoscimenti dalle diverse parti politiche di riferimento provinciale. Il fatto che a Ceprano, e soltanto a Ceprano, io debba subire per questo mio ruolo gli attacchi del sindaco uscente di sinistra, così come quelli del candidato sindaco di Forza Italia, debbo dire che mi convince ancor di più di operare nel giusto>>.

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE