Aggiornato alle: 23:11 di Martedi 1 Dicembre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Ceprano – Ori Martin: il sindaco revoca l’ordinanza, l’aria è respirabile

 ULTIME NOTIZIE
Ceprano – Ori Martin: il sindaco revoca l’ordinanza, l’aria è respirabile
14 Ottobre
18:15 2016
Almeno per ora è stato accertato che l’aria attorno alla Ori Martin, azienda della periferia cepranese dove nella giornata di Ferragosto si sprigionò un incendio, è respirabile. I risultati dei test effettuati nei mesi scorsi hanno dato esito positivo e per questo motivo il sindaco Marco Galli ha revocato l’ordinanza che invitava la popolazione a non avvicinarsi alla zona nel raggio di duecento metri dalla cabina elettrica che andò a fuoco e, inoltre,  a tenere chiuse le finestre. Rimane invece ancora in vigore l’altra ordinanza che arrivò a qualche giorno dall’altra, riguardante invece il divieto di consumare ortaggi coltivati nel raggio di 500metri da via Colle Baldone e di far pascolare bestiame nella zona.

Quella di Ferragosto scorso fu una giornata infernale. A primo mattino, infatti, si sprigiono un incendio dalla cabina elettrica che serve la Ori Martin. Nel giro di pochissimi minuti il cielo di riempì di una fitta nube nera. Uno stato di cose che spinse Marco Galli a firmare ordinanze cautelative, almeno fino a quando non fossero stati resi noti i risultati dei test effettuati dai tecnici dell’Arpa. Questi risultati, almeno in parte, sono arrivati e sono assolutamente rassicuranti. L’aria è respirabile e non c’è stata alcuna conseguenza. Il discorso è diverso, invece, per quanto riguarda il terreno. In fumo, infatti, fini una grande quantità di plastica  che, si pensa, possa avere sprigionato delle sostanze che si sono poi depositate sul terreno. In questo caso i risultati delle analisi non sono ancora  stati resi noti. Ed è questo il motivo per cui la seconda ordinanza del sindaco Galli non è stata ancora revocata. Si attendono novità nelle prossime settimane.
CAP

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS