Ceprano – Covid, Galli: “Continuo a vedere stupidità in giro, non tollererò ancora atteggiamenti irrispettosi” | TG24.info
Aggiornato alle: 04:00 di 24 Gennaio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Ceprano – Covid, Galli: “Continuo a vedere stupidità in giro, non tollererò ancora atteggiamenti irrispettosi”

 ULTIME NOTIZIE
Ceprano – Covid, Galli: “Continuo a vedere stupidità in giro, non tollererò ancora atteggiamenti irrispettosi”
23 Novembre
17:00 2020
Nelle settimane scorse, molto spesso, sono state le parole del sindaco a sottolineare i comportamenti irresponsabili di molti cittadini cepranesi sul fronte delle misure anticovid. Ma del resto basta fare una passeggiata in paese per rendersi conto della situazione, soprattutto nelle ore pomeridiane e nel weekend. Questa situazione rimane però purtroppo estremamente pericolosa in virtù di due fattori: quello psicologico che potrebbe spingere ad allentare ancor di più la presa vista la situazione leggermente migliore a livello nazionale, e l’arrivo dell’imminente Natale, da sempre sinonimo di aggregazione e voglia di stare insieme. In altri tempi questa sarebbe stata la normalità, ma ora, purtroppo, non può essere così. E in tanti continuano a dimostrare di non averlo capito, con assembramenti continui di più persone, spesso senza mascherina, di fronte ai locali ma anche in zone di abituale ritrovo del centro storico. Se fino a questo momento si è stati relativamente fortunati nel contenere il contagio durante la seconda ondata, non è così scontato che questo continui ad avvenire nelle prossime settimane. Per questo motivo da parte del Sindaco Galli arriva l’ennesimo appello.

Ha tuonato Galli: <A fronte di questa brutta situazione, che non risparmia ogni fascia di età, ancora siamo costretti a vedere scene inaccettabili i fine settimana in piazza, a causa degli affollamenti nei pressi di alcuni esercizi commerciali. Premesso che i gestori e/o i proprietari sono pienamente responsabili di ciò che accade nelle aree a loro concesse e nei pressi degli ingressi delle predette attività, questi comportamenti folli non possono rimanere senza conseguenze. Comprendo la stupidità, che è una patologia ben più grave del virus stesso, ma in questo momento non possiamo permetterci di tollerarla così come non possiamo ignorare chi pensa di essere pateticamente più furbo, – contando sulla difficoltà di svolgere i controlli – e mette repentaglio la salute delle persone. Dispiace dover constatare che l’unico strumento di dissuasione sia la repressione, ma visti i comportamenti pericolosi che si verificano, anche dopo le ore 18, non sussistono alternative>. Galli annuncia dunque una stretta sui controlli: <Si avvicina il periodo delle festività natalizie e non è mia intenzione tollerare più atteggiamenti irrispettosi delle misure anti-covid, che rischiano di danneggiare l’intera economia della città. Per uscire presto dall’incubo, dobbiamo fare tutti la nostra parte. Chi non intende farla, sarà messo in condizione di non nuocere alla comunità. Perciò usiamo la mascherina in modo corretto, l’invito è anche a quelli che se la mettono sotto il mento in presenza di altre persone; rispettiamo il distanziamento sociale; igienizziamoci le mani e alle 18 (non un minuto dopo) chiudiamo le attività>.

CAP

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS