Ceprano – CORONAVIRUS: Galli ammonisce gli ‘imbecillioti’: “Disagiati, irresponsabili e pericolosi” | TG24.info
Aggiornato alle: 11:10 di Venerdi 24 Settembre 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Ceprano – CORONAVIRUS: Galli ammonisce gli ‘imbecillioti’: “Disagiati, irresponsabili e pericolosi”

 ULTIME NOTIZIE
Ceprano – CORONAVIRUS: Galli ammonisce gli ‘imbecillioti’: “Disagiati, irresponsabili e pericolosi”
31 Ottobre
11:00 2020

 

 

La situazione covid in città è delicata ma comunque sotto controllo. Questo al netto di comunicazioni lente e spesso non rispondenti alla realtà, se non a distanza di diversi giorni. Non ci sono comunque casi di contagi ripetuti e, soprattutto, il sistema scuola sta tenendo in maniera ottima. C’è però un “ma” e riguarda coloro che continuano a non rispettare le regole, non indossando la mascherina sia all’aperto che nei luoghi pubblici chiusi e creando assembramenti di fronte ai pochi locali del centro storico. Un dato di fatto verificabile soltanto passeggiando per le vie di Ceprano. Su tale questione è intervenuto nelle ultime ore il sindaco Marco Galli, definendo questi elementi “imbecillioti”.

Dure le parole del sindaco: <Mi dispiaceva tirare in ballo simpatici quadrupedi, sicuramente più intelligenti e sensibili di questi personaggi che, visto quanto sta accadendo, dimostrano di avere una evidente carenza di materia grigia. Sono giorni che cerco di mantenere i contatti con i nostri concittadini alle prese con questo maledetto Covid. E mentre c’è gente che combatte la sua personale battaglia contro il Covid, questi “imbecillioti” ancora non indossano la mascherina, oppure, la mettono se nei paraggi ci sono vigili, FF.PP. o, come mi è capitato, il Sindaco. Dopo tutto quello che è stato detto, le decine di migliaia di contagiati, i troppi morti comportarsi in questo modo significa essere, appunto, degli “imbecillioti”, irresponsabili e pericolosi. Infatti, se il virus colpisse solo questa particolare categoria di disagiati esseri viventi non ci sarebbero particolari problemi, se la sono cercata. Il problema è che questi “minus habens” possono essere il mezzo di trasporto col quale il Covid entra nelle case o contagia le persone che entrano in contatto con siffatti soggetti. Perciò, con la speranza che riescano a comprendere il significato delle parole, – non è del tutto scontato -, l’invito che rivolgo a tali individui è di sforzarsi un pochino e indossare la mascherina come previsto dalle norme Anti-Covid, mantenendo il distanziamento sociale>. Conclude il sindaco, ricordando che, per fortuna, la maggioranza delle persone ha cuore e senso civico: <Chiudo ringraziando di cuore tutti i concittadini che, consci delle difficoltà del servizio Asl, mi hanno contattato per comunicare la loro positività. Un gesto di grande responsabilità in un momento difficile per tutti, soprattutto, per gli interessati che vivono questa brutta esperienza con la paura e la speranza di uscire subito dall’incubo. Come ho detto ieri in chiusura del Consiglio Comunale, nella convinzione di rappresentare tutti i consiglieri, vi siamo vicini perché nessuno deve sentirsi solo in questo drammatico momento storico>. CAP

Parole Chiave - Tags
  •  

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS