Ceprano – CORONAVIRUS, un morto e contagiati oltre quota 50 | TG24.info
Aggiornato alle: 18:03 di Mercoledi 27 Gennaio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Ceprano – CORONAVIRUS, un morto e contagiati oltre quota 50

 ULTIME NOTIZIE
Ceprano – CORONAVIRUS, un morto e contagiati oltre quota 50
27 Novembre
19:30 2020
Per settimane a Ceprano il dato dei contagiati si è mantenuto stabile. Negli ultimi giorni, invece, il virus sembra aver ripreso a “correre”. Attualmente infatti le positività hanno toccato quota 50. A rendere ancor più delicata la situazione c’è anche un altro decesso, quello di un 83enne cepranese, tra i tre registrati in provincia di Frosinone nelle ultime 24 ore.

La situazione, dunque, pur non essendo allarmante, rimane sicuramente abbastanza delicata. Soprattutto se si considera il trend di crescita di questa settimana. In particolare di due giorni fa, quando si sono registrati ben sette casi in sole 24 ore. Questa situazione ha spinto ancora una volta Marco Galli a parlare alla cittadinanza: <Il dato del numero dei contagi nella nostra città è in risalita. Abbiamo toccato quota 50 persone, (giovani e meno giovani), ammalate di Covid19 a causa dell’infezione da Sars-Cov2. Questo ci obbliga ad aumentare le precauzioni per limitare i contagi, a partire dal sistematico utilizzo della mascherina, dal rispetto assoluto del distanziamento sociale e da un’accurata igienizzazione delle mani. Anche se tutto ciò non garantirà l’immunità al 100%, abbatterà notevolmente le probabilità di contrarre il virus. È necessario, perciò, evitare qualsiasi forma di assembramento, – la mascherina senza il distanziamento perde una parte di efficacia contro il contagio -, sia in strada e nei locali, sia all’interno dei supermercati nel fare la spesa. Occorre fare massima attenzione nel corso dell’intera giornata, affinché non si creino momenti che possano favorire la trasmissione del virus>. Il pensiero del sindaco è poi diretto alle prossime movimentate settimane: <Al di là dei soli conviventi, ogni altro contatto deve essere improntato alla cautela e, questo, in vista anche delle prossime festività. Il percorso per liberarci dalla pandemia è ancora lungo e tortuoso, evitiamo di crearci ulteriori e drammatiche difficoltà. L’occasione è utile per esprimere nuovamente la mia vicinanza e dell’intera comunità a coloro i quali stanno vivendo direttamente e sulla loro pelle, gli effetti della sindrome da Covid19. L’augurio di cuore è quello di una rapida e completa guarigione. Il nemico è soltanto il virus e, per sconfiggerlo, bisogna combattere insieme>. CAP

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
IN EVIDENZA
SOCIAL
TOP NEWS