Aggiornato alle: 10:01 di 9 Agosto 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Ceccano – Coronavirus, iniziativa Cives: ioaiutoceccano

 ULTIME NOTIZIE
Ceccano – Coronavirus, iniziativa Cives: ioaiutoceccano
23 Marzo
16:33 2020

 

 

 

 

Ecco l’iniziativa di Cives Ceccano per supportare le aziende del posto.

L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo rischia di diventare una vera e propria epidemia economica per i nostri commercianti. Dopo aver accolto le segnalazioni di tanti esercenti, in particolar modo titolari di bar, pub, ristoranti, parrucchierie e centri estetici, abbiamo deciso di lanciare la campagna #ioaiutoceccano, in solidarietà con tutte le attività che risultano più colpite dagli ultimi provvedimenti restrittivi, messi in atto per un giusto contenimento del contagio da COVID-19.

L’idea dell’iniziativa è quella di creare un “servizio sospeso”, per riattivare il circuito economico locale una volta terminata l’emergenza sanitaria in corso. I cittadini saranno il centro di questa ripartenza, garantendo ai commercianti un riavvio più rapido delle loro attività. Come Cives intendiamo fungere da intermediari tra i cittadini e gli esercenti; abbiamo messo a disposizione la nostra pagina facebook per creare questo canale di comunicazione. I commercianti potranno aderire all’iniziativa, e gli utenti scegliere l’attività preferita ed il servizio offerto, concordando direttamente con l’esercente le modalità di attivazione di questo servizio sospeso, attraverso l’anticipazione del pagamento dello stesso. La prestazione desiderata sarà a disposizione del cliente alla riapertura del locale scelto. 

Le attività commerciali che hanno dovuto abbassare le serrande vivono un periodo complicato, dovuto ai mancati introiti causati dalla chiusura forzata dei locali. La nostra iniziativa è, dunque, volta a prevenire un tracollo economico che andrebbe ad impoverire l’intera comunità ceccanese, permettendo ai commercianti di avere entrate anche durante la chiusura forzata. 

Viviamo un periodo di preoccupazioni e difficoltà, a causa delle restrizioni che ci obbligano ad usare la maggior responsabilità possibile. Non possiamo, però, non rivolgere il nostro pensiero a chi oggi rischia di vedere vanificati investimenti messi in campo per la propria attività. Vogliamo sensibilizzare tutti i nostri concittadini a partecipare, con solidarietà e spirito di comunità, aiutando chi contribuisce con la propria attività a tenere viva la nostra città. 

 

Cives Ceccano

 

SOCIAL
LE PIU' LETTE