Aggiornato alle: 20:00 di Sabato 25 Maggio 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Castelliri – Comunali, Sandro De Gasperis scrive alla città

 ULTIME NOTIZIE
Castelliri – Comunali, Sandro De Gasperis scrive alla città
18 Aprile
15:55 2019

 

 

 

 

 

 

Lettera aperta ai cittadini di Castelliri in vista delle prossime elezioni comunali. L’ha scritta l’ex sindaco Sandro De Gasperis all’indomani di un appello lanciato da un gruppo di cittadini. L’appello, accorato, proprio all’ex sindaco affinché scenda in campo per le prossime elezioni comunali.

Ecco cosa scrive De Gasperis ai suoi concittadini:

<<Ho apprezzato molto l’attestato di stima di tanti cittadini che mi hanno pubblicamente e privatamente invitato a ricandidarmi alle prossime elezioni comunali; tuttavia, per non deludere le loro aspettative, ritengo di dover rappresentare cosa sta accadendo in merito alla formazione delle liste. Dopo aver rivolto, in un’assemblea pubblica tenutasi il 17 marzo scorso, l’invito a fare una lista unica che rappresenti tutti coloro che non si riconoscono nell’attuale maggioranza, si sono determinate iniziative di alcune persone che stanno portando nuovamente a dividere l’elettorato desideroso di un cambiamento; in pratica, come se il passato non avesse insegnato nulla, si vuole ripetere la storia delle ultime due tornate elettorali, nelle quali ha vinto una minoranza organizzata a scapito della maggioranza disorientata dalle divisioni.

Quello che è stato fatto a Castelliri negli ultimi dieci anni è sotto gli occhi di tutti ed il paese rimpiange il fervore amministrativo che lo caratterizzò dal 1999 al 2009, in cui il sottoscritto fu a capo di un’amministrazione fatta di persone capaci e dedite ogni giorno ad ascoltare i cittadini. Ebbene, io ritengo che Castelliri debba ripartire da quel fervore e creare le condizioni perché lo stesso continui non solo per i prossimi cinque anni ma anche per quelli a venire, dando vita ad una lista che sia composta da amministratori di lungo corso e da nuovi candidati giovani e meno giovani, i quali possano rappresentare una nuova linfa, facendo un’esperienza in maggioranza ed acquisendo le conoscenze per continuare ad amministrare il paese.

Forse chi pensa di fare la “sua” lista non sta valutando che in Consiglio Comunale ci sono solo 13 sedie, di cui 9 saranno occupate dal Sindaco e dai candidati della lista che vincerà, mentre le restanti 4 saranno attribuite a tutte le liste perdenti, per cui il giorno successivo alle elezioni ci saranno tanti candidati delusi, i quali capiranno di essere stati usati e vedranno che i loro voti sono serviti solo a far eleggere il capolista che li rappresenterà all’opposizione. Forse non sta considerando che secondo le leggi attuali è meglio essere l’ultimo consigliere di maggioranza che il capo dell’opposizione, il quale non ha alcuna incidenza sulle scelte amministrative, essendogli attribuito un semplice ruolo di controllo. Forse non sta riflettendo sul fatto che sono in gioco gli interessi generali del paese per i prossimi dieci anni, per cui vale la pena ascoltare la voce di tutti ed assecondare la volontà popolare.

Visto che il termine per presentare le liste scade il prossimo 27 aprile, ritengo che nulla è compromesso e tutto sia ancora possibile per dare a questo paese l’amministrazione che merita veramente. Pertanto io invito chi ha ha a cuore le sorti di Castelliri a trovare una sintesi per fare una sola lista, forte, competente, fatta di persone capaci ed oneste che, animate unicamente dallo scopo di perseguire il bene comune, siano l’espressione migliore del paese e rappresentino l’alternativa non solo politica ma anche culturale agli ultimi dieci anni di amministrazione. Se questa sintesi non si troverà perché prevarranno gli egoismi, gli arrivismi, le ambizioni personali, le rivalse che alcuni pensano di potersi prendere entrando nella Casa Comunale, allora io mi scuso sin da ora con tutti i cittadini, ma non sarò della partita neanche con appoggi dall’esterno per non essere additato come colui che ha contribuito a ciò che ne conseguirà>>.

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE