Cassino – Vivono al buio, fra topi e zecche: appello disperato all’Ater | TG24.info
Aggiornato alle: 23:57 di Mercoledi 27 Ottobre 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Cassino – Vivono al buio, fra topi e zecche: appello disperato all’Ater

 ULTIME NOTIZIE
Cassino – Vivono al buio, fra topi e zecche: appello disperato all’Ater
15 Luglio
12:27 2015

 

 

Topi grandi come gatti che scorrazzano lungo le scale. Rampe di gradini al buio da esattamente un anno. Da quando cioè nel sottoscala del palazzo Ater di viale Sandro Pertini a Cassino si sviluppò un violento incendio.

Bruciarono gli scantinati con tutti gli oggetti presenti in diversi box e le fiamme resero inagibile l’appartamento al primo piano. All’interno vive una donna sola e con tre figli che solo grazie all’aiuto di vicini e conoscenti e riuscita a dare una mano di vernice nel piccolo locale. Un lavoro che sarebbe invece toccato all’Ater così come spetterebbe all’ente la sistemazione dell’impianto elettrico dello stabile e la disinfestazione dello stesso con conseguente spurgo dell’impianto fognario. “Ci hanno abbandonati a noi stessi – spiegano i residenti dei cosiddetti ‘cubi’ -. È vero che in questi stabili c’è un alto tasso di morosi ma questo non significa che dobbiamo essere costretti a vivere con le finestre tappate e i coperchi dei water sempre chiusi perché abbiamo paura che uno di questi ratti possa uscire anche da lì“. La ristrutturazione dei palazzi è avvenuta anni addietro ma la manutenzione dovrebbe essere costante. Questo per evitare che il lavoro fatto in precedenza venga reso vano. I bambini non possono giocare in cortile perché corrererebbero il rischio di essere punti dalle zecche o dalle pulci. Il caldo torrido di questi giorni ha poi accentuato tantissime criticità.

Angela Nicoletti

Parole Chiave - Tags
  •  

IN EVIDENZA

.

.

SOCIAL
TOP NEWS