Aggiornato alle: 21:00 di Venerdi 24 Maggio 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Cassino – La rotonda che non piace ai cittadini

 ULTIME NOTIZIE
Cassino – La rotonda che non piace ai cittadini
22 Aprile
11:03 2018
La rotonda indigesta, che non piace ai cittadini. Un’opera attesa da anni quella di via Di Biasio, ma che sta scatenando, ogni giorno, polemiche da parte dei cittadini.

Il comune di Cassino, sulla pagina social, ha postato foto e notizie inerenti i lavori, ma i commenti espressi pubblicamente dai cittadini, almeno fino ad ora, non sono stati benevoli.

“I lavori procedono spediti – ha detto il primo cittadino D’Alessandro – Oggi sono iniziati gli interventi per la riqualificazione del manto stradale che saranno già completati entro la mattinata di domani. Da questa mattina alle 5, infatti, con la supervisione dell’Ingegner Mario La Storia, la ditta è al lavoro per terminare nel più breve tempo possibile le operazioni, cercando di causare meno disagi possibili al traffico cittadino.

Sono in fase di ultimazione anche i marciapiedi lungo via Sant’Angelo che permetteranno un transito pedonale sicuro per gli studenti fino al parcheggio del Polo Universitario La Folcara, ma anche la riapertura del doppio senso di marcia sulla strategica arteria che collega la nostra città alla Valle dei Santi.

In questi giorni si procederà, inoltre, all’istallazione dell’impianto di illuminazione e alla preparazione del basamento su cui sarà installata “Spread” la scultura in acciaio dell’artista giapponese Shigeru Saito. Dopo il monumento alla Pace del grande Umberto Mastroianni la città di Cassino ospiterà, dunque, una nuova opera di arte che avrà come tema l’acqua. Presentata nella sua flessibilità e solennità. Il monumento è stato pensato come un richiamo del nostro compito educativo: coltivare la buona cultura e le virtù che dobbiamo trasmettere alle prossime generazioni. Così come si propagano i cerchi delle onde sulla cresta dell’acqua. Ci scusiamo anticipatamente con tutti i cittadini se in questi giorni ci saranno dei possibili disagi alla circolazione all’ingresso di Cassino, ma la realizzazione della rotatoria nei pressi della clinica San Raffaele risulta essere un intervento indispensabile per la sicurezza e la valorizzazione della nostra amata città”. Ha concluso il Sindaco Carlo Maria D’Alessandro.

Ed ecco alcuni commenti postati dai cittadini: “Perche’ fino al campus si e fino alla scuola elementare no”, scrive Gerardo. 

Quella rotonda crea disagio a tutti coloro che dovranno entrare ed uscire da Cassino… Le rotonde vanno costruite su tratti di strade ad alto scorrimento per ridurre la velocità e evitare incidenti. Li bastavano dei semafori forse si sarebbe speso molto di meno“, scrive Alessio.

Ma poi un percorso dove il pedone (cioè la massa di ragazzi) è obbligato ad attraversare tre (3) volte una strada per arrivare all’università!!!! Geni dico geni !!! …. Poi catrame! Larghezza marciapiede da nani! E con il doppio senso chi va in bici morirà!!!! Complimenti! Non posso proprio tacere! Che nn si fa per fare campagna elettorale….. meglio poche cose fatte bene! E non tante accozzaglie!”. Rincara Gabriella.

“Tra poco oltre all’Abbazia, Cassino potrà vantare l’unica rotatoria al mondo che è in grado di creare ingorghi e traffico!!“, ha aggiunto Carlo.

Red.Cas.

 

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE