Cassino – Indagine Cosilam, fissato l’incidente probatorio per gli indagati | TG24.info
Aggiornato alle: 09:33 di 1 Agosto 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Cassino – Indagine Cosilam, fissato l’incidente probatorio per gli indagati

 ULTIME NOTIZIE
Cassino – Indagine Cosilam, fissato l’incidente probatorio per gli indagati
12 Febbraio
23:00 2019

 

 

 

Un atto irripetibile e per questo è stato necessario fissare un’udienza alla presenza del Giudice per le Indagini Preliminari del tribunale di Cassino.

L’inchiesta sulla nomina del direttore generale del Cosilam entra nel vivo e il prossimo 21 febbraio si terrà l’incidente probatorio come richiesto dal sostituto procuratore Alfredo Mattei, magistrato titolare delle indagini. Dinanzi al Gip Salvatore Scalera avverrà il conferimento dell’incarco a un perito che dovrà estrarre dalla memoria di quattro telefoni cellulari la copia forense del contenuto. Gli smartphone di Annalisa D’Aguanno (ex consigliere regionale, comunale e provinciale di Forza Italia e direttore generale del Cosilam), di Pietro Zola (imprenditore, ex presidente del Cosilam e attuale membro del Cda), di Francesco Mosillo (ex vice presidente del Cosilam da qualche settimana) e di Umberto Satini (ex membro del Cda del Cosilam). Alla rosa degli indagati manca volutamente il telefono cellulare dell’ex presidente del Consiglio regionale del Lazio,
Mario Abbruzzese, oggi presidente del Cosilam. L’onorevole, infatti, nei giorni successivi al sequestro, avvenuto nella settimana precedente il Natale, ha consegnato agli investigatori di Polizia e Guardia di Finanza ed al magistrato la copia forense della memoria contenuta nel suo cellulare. Questo per non restare completamente isolato dal resto del mondo come invece accaduto per gli altri indagati.
Angela Nicoletti

Parole Chiave - Tags
  •  

IN EVIDENZA

SOCIAL
TOP NEWS