Cassino – Il questore Santarelli: “nel cassinate lotta a corruzione e riciclaggio” | TG24.info
Aggiornato alle: 14:20 di 16 Maggio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Cassino – Il questore Santarelli: “nel cassinate lotta a corruzione e riciclaggio”

 ULTIME NOTIZIE
Cassino – Il questore Santarelli: “nel cassinate lotta a corruzione e riciclaggio”
25 Ottobre
13:33 2015

 

 

“In questo territorio, parlo del basso Lazio e in particolar modo nel Cassinate, le organizzazioni criminali investono il provento delle attività illecite nel settore della ristorazione, nelle concessionarie di auto e nel settore dell’edilizia. Per poter fare questo i clan utilizzano come prestanome insospettabili colletti bianchi, commercialisti e professionisti che dietro facili guadagni si prestano ad agevolare questi investimenti illeciti. Questo ovviamente non lo dico io ma lo dice la relazione semetrale della Direzione Investigativa Antimafia. Incastrare queste persone non è facile ma noi come Polizia di Stato unitamente alle altre forze dell’ordine, stiamo lavorando alacremente. E l’invito del nuovo procuratore D’Emmanuele ad una maggiore aggressione ai patrimoni in odor di malavita non cadrà nel vuoto”. Un questore, Filippo Santarelli, schietto che, senza giri di parole, conferma quanto nei giorni scorsi detto dal nuovo procuratore di Cassino, Luciano D’Emmanuele. Il magistrato proveniente da Napoli e con una grande esperienza, nel messaggio di saluto, ha ricordato alle forze dell’ordine presenti nell’aula della Corte d’Assise del tribunale di Cassino che “questa terra è di frontiera e troppo spesso ho letto carte e documenti che la riguardano. Aggredire i patrimoni di chi viene ad investire danaro a Cassino, vuol dire compiere un piccolo passo verso il ritorno alla normalità”. Il questore Santarelli, però, a Cassino, unitamente al dirigente del commissariato, il vice questore Cristina Rapetti, non vuol combattere solo la criminalità organizzata ma anche, la tanto temuta dai cittadini, microcriminalità: “In quest’ultimo anno e mezzo – chiosa Santarelli – abbiamo effettuato decine di arresti nell’ambito dello spaccio di droga in centro e in periferia ma soprattutto abbiamo restituito dignità e decoro ad una zona abitata e di grande transito viario qual’è la Consortile Fiat. Qui con i tanti controlli abbiamo ridotto notevolmente la presenza delle prostitute non solo di notte ma anche di giorno. In ultimo ma non meno importante anche il servizio di prevenzione e tutela fortemente voluto dal Prefetto e riguardante il mercato settimanale. Ambulanti molesti e furti con destrezza saranno presto un lontano e brutto ricordo”.
Angela Nicoletti

 

IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS