Cassino – Cosilam nel mirino della Procura? Lo sostiene Niki Dragonetti | TG24.info
Aggiornato alle: 09:57 di 1 Agosto 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Cassino – Cosilam nel mirino della Procura? Lo sostiene Niki Dragonetti

 ULTIME NOTIZIE
Cassino – Cosilam nel mirino della Procura? Lo sostiene Niki Dragonetti
01 Ottobre
09:00 2017

 

 

 

‘I miasmi ed i fetori che stanno togliendo respiro e sonno ai residenti di via Cerro antico nella zona industriale hanno a monte cause gravissime delle quali è a conoscenza, oramai da mesi la procura di Cassino. Fonti ben addentrate parlano di un’informativa che il Gruppo Forestali-Carabinieri di Frosinone ha presentato all’ufficio primi atti. Un dossier che spiega cause, provenienza e conseguenze anche gravissime per la pubblica incolumità. Intendo sapere, come cittadino e come esponente dei Popolari per l’Italia a che punto è l’indagine e del perché i residenti sono costretti a dover subire passivamente tanto lerciume’.

Niki Dragonetti ha rilasciato questa dichiarazione dopo aver parlato, de visu, con tanti residenti di quella sfortunata zona periferica di Cassino.

“Intento capire perché il sindaco Carlo Maria D’Alessandro e l’assessore all’Ambiente non pretendano un incontro urgente con il Procuratore Capo che nella vicenda Boldrini ha dimostrato che la Procura è efficiente e celere. L’indagine c’è. Esiste. Nessuno può smentirmi. Anzi qualcuno provi a smentirmi. Questo giocare sulla pelle del prossimo è stomachevole e da ominicchi. Nessun interesse può essere più forte del rispetto del prossimo”.

Intanto questa mattina Carabinieri ed Arpa sono stati nuovamente allertati dai residenti che hanno dovuto tenere le finestre sigillate. Sul posto il sindaco D’Alessandro. Che Dragonetti abbia ragione?
@nicoletti

Parole Chiave - Tags
  •  

IN EVIDENZA

SOCIAL
TOP NEWS