Aggiornato alle: 23:01 di Lunedi 19 Ottobre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Cassino – CISL: “Subito la stabilizzazione dei 3 agenti di polizia locale”

 ULTIME NOTIZIE
Cassino – CISL: “Subito la stabilizzazione dei 3 agenti di polizia locale”
02 Settembre
17:33 2020
“Il sindaco Salera proceda subito alla stabilizzazione dei tre agenti di polizia locale”. È il monito duro della Cisl Funzione Pubblica dopo la sentenza emessa dal Consiglio di Stato che getta ombre sulla procedura concorsuale avviata dal Comune di Cassino. Nella città martire ci sono, infatti, tre agenti della polizia locale assunti a tempo determinato che sono stati esclusi dall’amministrazione nel piano triennale del fabbisogno del personale comportando, così, la conseguente impossibilità di una stabilizzazione.

“In tempi non sospetti come Cisl avevamo lanciato l’allarme mettendo in guardia l’amministrazione comunale di Cassino – hanno affermato Raffaele Ercoli della Cisl Funzione Pubblica responsabile Enti Locali ed il Segretario Generale Giovanni Giacomo Palazzo – A Cassino ci sono tre agenti della polizia locale, che hanno i requisiti per la stabilizzazione ma che sono stati completamente ignorati. La loro posizione non è stata tenuta in considerazione da questa amministrazione nel piano triennale del fabbisogno. All’epoca chiedemmo con forza la stabilizzazione di questi lavoratori, ma ci trovammo dinanzi a un muro di gomma. Oggi la sentenza emessa dal Consiglio di Stato rappresenta un punto focale della procedura concorsuale avviata dal municipio. Infatti l’intera procedura potrebbe essere rallentata se, non peggio, anche impugnata. Se ciò avvenisse ci sarebbero gravi conseguenze per l’intera città che rimarrebbe con meno agenti di polizia locale a propria disposizione. Per questo motivo la Cisl Funzione Pubblica lancia un nuovo appello all’amministrazione comunale, a tutte le forze di maggioranza e in particolare al sindaco Enzo Salera affinché riveda la propria posizione e proceda alla stabilizzazione dei lavoratori. Cambiare idea, fare un passo indietro, sarebbe simbolo di forza, saggezza e interesse per il benessere collettivo. Ci auguriamo che l’amministrazione comunale applichi i principi cardine che, l’allora ministro Madia del centrosinistra, ha applicato nelle proprie riforme del pubblico impiego. Principi che, almeno per il momento, l’amministrazione di Cassino continua a calpestare”.

Il Segretario Generale Territoriale
(Giovanni Giacomo Palazzo)

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS