Aggiornato alle: 22:31 di Lunedi 15 Luglio 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Casalvieri – Torna il prestigioso Premio LeColuche

 ULTIME NOTIZIE
Casalvieri – Torna il prestigioso Premio LeColuche
12 Luglio
18:14 2019

 

 

 

Partenze, ritorni ed emozionanti racconti di vita e di vette conquistate da persone umili ma determinate. E’ il filo conduttore sul quale si snoda la seconda edizione del “Premio LeColuche” che quest’anno accoglierà e premierà le origini, tra economia, cinema e quell’Italia dell’ 82. Erminia Manfredi, moglie dell’indimenticabile Nino, Bruno Colucci, imprenditore casalvierano di origine e, in qualità di testimonial dell’evento, l’ex calciatore Fulvio Collovati. Con tali eccellenze la città di Casalvieri si prepara all’attesa seconda edizione del Premio LeColuche che, dopo gli enormi consensi ottenuti dalla precedente nel 2017, si terrà domenica 14 luglio alle 18 presso la Sala Consiliare del Municipio.

L’interessante iniziativa è curata dall’Associazione “Valcomino senza Confiini”, patrocinata dal Comune e dalla Gemar. “La manifestazione, a cadenza biennale – spiegano gli organizzatori – è nata con l’intento di riallacciare il legame con i tanti emigrati all’estero e fare da ponte spaziale tra le diverse comunità della Valle di Comino nel mondo che hanno vissuto direttamente il fenomeno migratorio sin dall’Ottocento. Ol Premio LeColuche è dedicato proprio ad uno dei figli di questa migrazione di massa: Michel Gerard Colucci, in arte Coluche, indimenticato attore, chansonnier, cabarettista e uomo di solidarietà, che divenne popolare in Francia tra gli anni ’60 e gli anni ’80, figlio di un casalvierano emigrato Oltralpe. La prima edizione del Premio si è svolta nel 2017 con un evento che ha riscosso grande successo da parte del pubblico e ottenuto notevole risonanza sui media locali e nazionali. A riceverlo furono allora i gemelli Dean e Dan Caten (Catenacci), meglio noti come Dsquared2, gli stilisti ideatori di uno dei più conosciuti brand della moda mondiale. Figli ritrovati dalla terra di origine, ai quali venne consegnate simbolicamente le chiavi della città. L’evento di quest’anno – sottolineano da Valcomino senza Confini – non sarà meno emozionante.

Il Premio, tradizionalmente suddiviso in due sezioni, andrà, per la categoria Nostoi-I ritorni, a Bruno Colucci, casalvierano Doc, self made man, attualmente alla direzione di una delle più importanti aziende di commercializzazione di prodotti enogastronomici italiani in Francia, la Carniato Europe. Colucci è l’ennesimo esempio di conterranei che hanno trovato affermazione all’estero senza dimenticare il filo imponderabile delle origini. Per la sezione Alla Memoria, il riconoscimento sarà invece conferito ad Erminia Manfredi, moglie del caro Nino Manfredi, tra i più apprezzati interpreti della commedia italiana, nativo di Castro dei Volsci. Infine, testimonial dell’evento sarà Fulvio Collovati, ex calciatore, poi dirigente sportivo, militante nella Nazionale Italiana durante il Mondiale del 1982, quando l’Italia trionfò contro la Germania”. Orgoglioso ed emozionato il sindaco Franco Moscone. “L’intera comunità che rappresento è fiera di ospitare tre personaggi che hanno saputo raggiungere traguardi importanti nei rispettivi settori di appartenenza – ha dichiarato il primo cittadino -. Colucci è un nostro figlio che si è distinto per le sue doti imprenditoriali; Manfredi è stato un attore brillante e intenso, un vanto per tutta la Ciociaria e Collovati è un campione che ci ha resi orgogliosi di essere italiani”. Una manifestazione alla quale sono invitati tutti, dai giovani ai meno giovani che amano la propria terra.

Caterina Paglia

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE