Casalattico/Albania-Nuova scossa, prosegue la testimonianza di Piero Morelli per le strade di Tirana e in contatto con gli amici a Durazzo | TG24.info
Aggiornato alle: 13:07 di Martedi 26 Gennaio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Casalattico/Albania-Nuova scossa, prosegue la testimonianza di Piero Morelli per le strade di Tirana e in contatto con gli amici a Durazzo

 ULTIME NOTIZIE
Casalattico/Albania-Nuova scossa, prosegue la testimonianza di Piero Morelli per le strade di Tirana e in contatto con gli amici a Durazzo
27 Novembre
18:15 2019

 

 

Nuova forte scossa di magnitudo 5.2 alle 16 di oggi. Sale a 31 il numero dei morti e ad oltre 700 quello dei feriti. Nel frattempo prosegue la testimonianza di Piero Morelli che, dal momento della prima scossa di terremoto, ci ha aggiornato in tempo reale, camminando tra la gente di Tirana e mantenendo costantemente i contatti con gli amici che si trovano a Durazzo.

“Nel bel mezzo di questa tragedia – ha sottolineato Morelli – ho avuto anche il piacere di conoscere ed apprezzare maggiormente un popolo attivo e capace di andare avanti, nonostante tutto. Anche di fronte a questo inferno, nessuno si è pianto addosso!

Ieri sera, camminando per le strade di Tirana, ho visto un campo allestito all’interno dello stadio, pensato in particolare per anziani e bambini, mentre la gente continua a dormine in macchina. Da Durazzo invece, mi confermano i miei amici, che sia nello stadio sia sulle spiagge, sono state preparate migliaia di tende per gli sfollati.

Un grande supporto tecnico è arrivato immediatamente dal Kossovo e dalla Grecia, seguiti dall’Italia. Il maggior numero di vittime è stato registrato tra Durazzo e Thumane, ma è sotto gli occhi di tutti l’instancabile Macchina dei Soccorsi: dall’Italia diverse unità dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile. Questa sera ripartirò, ma tra due settimane sarò di nuovo a Durazzo”.

Un viaggio di lavoro, quello di Piero Morelli, che lo ha condotto nel bel mezzo di un inferno, attraverso il quale però, ha conosciuto l’umanità e la forza del popolo albanese, da sempre vicino a quello italiano. In ansia per i loro cari anche i numerosi cittadini originari dell’Albania, da tempo residenti in Valle di Comino che, a parte alcuni problemi di segnale, sono quotidianamente in contatto telefonico.

Caterina Paglia

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
IN EVIDENZA
SOCIAL
TOP NEWS