Aggiornato alle: 21:03 di Lunedi 10 Dicembre 2018
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Campoli Appennino – Piccolo cane randagio trova una famiglia tra gli orsi dell’area faunistica (video)

 ULTIME NOTIZIE
01 novembre
16:53 2018

 

 

 

 

 

Operatore riesce a far uscire un cane randagio dall’Area dedicata agli orsi, ma in realtà il cucciolo non voleva essere salvato perché aveva trovato una famiglia.

E’ la storia di un piccolo cane randagio che, come altri amici a quattro zampe, quali le volpi, si sono avvicinati nel corso degli anni, all”Area Faunistica dell’Orso, riuscendo ad introdursi in maniera piuttosto semplice. A dimostrarlo è stato un dolce cagnolino che gironzolava per il paese, fino al momento in cui è riuscito a raggiungere la parte alta dell’Area Faunistica, dove è rimasto per circa una settimana, accudito, in particolare, dalle orsacchiotte Jill e Sonia e ben voluto anche dagli altri plantigradi, Abele, Leone e Piero.

“Si tratta di un episodio anomalo, ma decisamente positivo per l’Area Faunistica – sottolinea Giusy Di Fina, presidentessa dell’Associazione Caspita che gestisce l’area -. Il cagnolino era riuscito ad introdursi con estrema facilità e sapeva bene come uscire, ma ha preferito rimanere all’interno. Ovviamente, è stato necessario informare l’Ente Parco che ieri si è attivato per far uscire il cane dall’Area. Un particolare ringraziamento va all’operatore Marco che ha condotto fuori dall’area il cagnolino sotto gli occhi increduli degli orsi che ormai avevano legato con lui. Si tratta di una prassi necessaria, ma da oggi mi impegnerò personalmente a far adottare questo meraviglioso cagnolino che ancora oggi sente la mancanza dei suoi amici orsi e che di fatto è diventato la vera mascotte della nostra area faunistica”.

(foto e video di Giuseppe Mastroianni)

Caterina Paglia

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE