Aggiornato alle: 23:02 di Giovedi 13 Agosto 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Campoli Appennino – L’Ente Parco affida la gestione dell’Area Faunistica dell’Orso all’Associazione Caspita

 ULTIME NOTIZIE
Campoli Appennino – L’Ente Parco affida la gestione dell’Area Faunistica dell’Orso all’Associazione Caspita
15 Luglio
19:02 2020

 

 

 

 

Formazione e rilancio del turismo sono il perno centrale di una concreta rinascita dopo l’emergenza Covid.

enteparcoA dimostrarlo sono gli instancabili componenti dell’Associazione Caspita che hanno appena terminato il Corso di Promozione e Accoglienza Turistica per operatori degli Info Point, in modo tale da ripartire più motivati e preparati di prima.

Da oggi infatti, il “Centro Orso” di Campoli Appennino fungerà anche da punto informativo del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Inoltre, lo stesso Ente, attraverso un bando di gara pubblico, ha affidato all’Associazione presieduta da Marco Ciuffetta il servizio di Gestione Ordinaria dell’Area Faunistica dell’Orso Bruno di Campoli per la durata di un anno.

“Il nostro compito sarà quello di accudire e cibare i nostri amati orsi – spiega il presidente Ciuffetta – e ci occuperemo di piccoli lavori di manutenzione dell’area. Sono lieto e orgoglioso di annunciare che tutti i nostri associati hanno ultimato il corso di primo soccorso e di antincendio, mentre personalmente ho acquisito l’attestato di R.S.P.P. (Responsabile della Sicurezza). In questi ultimi mesi purtroppo l’Area Faunistica è rimasta chiusa al pubblico, ma abbiamo continuato a lavorare per non farci trovare impreparati in vista della tanto attesa riapertura. Ora siamo davvero pronti per ripartire con grandi novità e in totale sicurezza per i futuri visitatori che potranno contare su operatori perfettamente formati e pronti a garantire la migliore accoglienza. Nei prossimi giorni verranno pubblicati gli orari di visita nell’Area Faunistica e le modalità da seguire, per la gioia di grandi e piccini che potranno conoscere o riscoprire i nostri amici orsi”.

Caterina Paglia

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
LE PIU' LETTE