Buona Pasqua da Tg24.info – Non spegniamo la “fiamma” della speranza! (di Alessandro Andrelli) | TG24.info
Aggiornato alle: 15:57 di 18 Aprile 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Buona Pasqua da Tg24.info – Non spegniamo la “fiamma” della speranza! (di Alessandro Andrelli)

 ULTIME NOTIZIE
Buona Pasqua da Tg24.info – Non spegniamo la “fiamma” della speranza! (di Alessandro Andrelli)
04 Aprile
00:05 2021
(di Alessandro Andrelli) Viviamo tempi difficili, tempi durissimi, tempi di pandemia, già, e chi se lo sarebbe mai immaginato, la seconda Pasqua in lockdown, con decine di restrizioni, tantissimi morti, malati, positivi, famiglie in isolamento e tante altre in estrema difficoltà economica e sociale.

E poi la “strage di Pasqua”, quella che propria stanotte, attorno alle 20, con un fortissimo boato, ha spezzato per sempre le vite di quattro persone, tre delle quali erano molto giovani. E’ successo lungo la strada Casilina, nel territorio di San Vittore del Lazio, dunque siamo quasi al confine tra Lazio e Campania, ma sempre in Ciociaria. Scena tremende quelle apparse ai soccorritori e ai presenti. Un dolore indescrivibile per tutti i famigliari e gli amici.
E che dire dei tanti malati per Covid che stanno combattendo in questi giorni, in queste settimane la battaglia del secolo, quello con un virus invisibile, che ha fatto troppe vittime in provincia di Frosinone, e che ci vede soffrire, vivere nell’isolamento, nella solitudine, nelle restrizioni, nell’angoscia, nella paura e spesso nella diffidenza.
Che sia la Pasqua di Resurrezione con il vaccino, già, il tanto discusso vaccino Phizer, Astrazeneca, Moderna, e presto Johnson & Johnson e chissà quanti altri. C’è necessità di vaccinarsi, c’è urgenza di farlo in fretta, c’è bisogno di tornare a vivere, e c’è un disperato bisogno di libertà.
Occorre avere un immenso senso di civiltà e rispetto, specie in questo weekend pasquale.
E’ difficile sì, per tutti. Ma dobbiamo provarci, con ogni mezzo.
Una Pasqua bagnata dal sangue delle povere vittime della strada a San Vittore, ma non dimentichiamo chi continua a combattere negli ospedali, chi lavora instancabilmente nelle terapie intensive e nei reparti Covid. Chi anche oggi, giorno di Pasqua ha scelto di lavorare, e prestare il proprio servizio alla comunità, per effettuare i controlli in mezzo alle strade, chi farà centinaia e centinaia di vaccini e tamponi anche oggi, chi continua instancabilmente a combattere.
Tg24.info nel mese di marzo ha fatto registrare ancora numeri incredibili, quasi 3 milioni di pagine visitate. Un grazie all’editore che non ha smesso un attimo di credere in ciascun componente del progetto, dalla redazione alla struttura tecnica e commerciale, e che non ha mai fatto mancare il proprio contributo economico, senza mai utilizzare un ammortizzatore sociale, o per meglio dire la cassa integrazione. Continuiamo a lavorare instancabilmente, anche in questi mesi di forte disagi, con la speranza nel cuore e la voglia di informare nella maniera più corretta possibile.
Siamo essere umani, e se sbaglieremo qualche volta ci capiranno i nostri lettori.
Lavoriamo con passione, e sacrificio, e questo durante la pandemia, sta facendo la differenza.
Nessuno lo dimenticherà, almeno noi, non lo dimenticheremo mai.
Auguri alle nostre famiglie, a chi ci segue, a chi ci copia e incolla, e a chi ci sostiene e incoraggia.
Buona Pasqua a chi soffre, a chi combatte, a chi lavora e a chi spera, già, a chi non si abbatte e coltiva la speranza che la vita possa ancora tornare a rendere felice ciascuno di noi.

Alessandro Andrelli
Direttore Responsabile Tg24.info

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS