>
Aggiornato alle: 12:45 di Martedi 26 Marzo 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Broccostella – Lezione all’aria aperta a contatto con la trota macrostigma per gli studenti dell’Itas di Sora (foto)

 ULTIME NOTIZIE
Broccostella – Lezione all’aria aperta a contatto con la trota macrostigma per gli studenti dell’Itas di Sora (foto)
16 Febbraio
19:00 2019

 

 

 

 

 

 

 La salvaguardia della trota macrostigma come parte integrante dell’educazione ambientale nelle scuole. Questo sabato mattina è stato confermato un nuovo successo per l’iniziativa che va avanti da anni, riuscendo a coinvolgere il corpo docente e gli studenti dell’Istituto Nicolucci-Reggio sezione Itas di Sora, con indirizzo Biologico/Sanitario.

Una vera e propria lezione all’aria aperta, tra fisica e biologia. L’interessante incontro con le realtà del posto è avvenuto in mattinata presso l’Incubatoio ittico gestito dall’Associazione Macrostigma del Fibreno, in collaborazione con la Fipsas.”In questa giornata assolata – sottolinea il presidente dell’Associazione di Broccostella, nonché insegnante dell’Itas, Bernardo Bartolomucci – i nostri ragazzi, del primo e secondo anno, hanno avuto l’opportunità di assistere alla cattura e alla successiva spremitura: una vera e propria fecondazione assistita del nostro patrimonio ittico, ovvero la trota macrostigma.
Nel corso della giornata poi, gli studenti hanno avuto la possibilità di conoscere dal vivo l’Incubatorio ittico creato dall’Associazione Macrostigma del Fibreno che si trova a Broccostella e si collega con il Rio Fontechiari, dove è avvenuta l’attività ittica da parte delle Guardie della Fipsas. Dopo questa intensa giornata, i giovani alunni dell’Itas sono tornati a casa con un bagaglio in più. Ora sanno bene che, dopo la liberazione dei riproduttori, dopo 42 giorni nasceranno gli avannotti e in seguito, dopo circa 60 giorni, diventeranno vere e proprie trotelle in grado di nutrirsi da sole. Nascita, infanzia e adolescenza nell’universo ittico. Non una favola, ma vita vera che si concretizza grazie a volontari e non. Un plauso al professor Bernardo Bartolomucci, al Dirigente scolastico Mario Luciani, agli insegnanti dell’Itas di Sora, al sindaco Sergio Cippitelli, la Comandante della Polizia Provinciale Pietro D’Aguanno, al Funzionario regionale Cesidio Sarrecchia, al Presidente della Fipsas di Frosinone Franco D’Amico, al Delegato regionale Riccardo Fioramonti e ai giovani studenti che più in là assisteranno alla nascita dei piccoli nell’Incubatoio ittico.
Caterina Paglia

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE