Aggiornato alle: 21:29 di Lunedi 26 Ottobre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Boville – Le famiglie al centro della politica di sviluppo sociale proposta dal consigliere Marta Diana

 ULTIME NOTIZIE
Boville – Le famiglie al centro della politica di sviluppo sociale proposta dal consigliere Marta Diana
21 Settembre
11:14 2020

 

 

 

 

 

Ancora suggerimenti dall’opposizione. Sgravi fiscali, aiuti alle ragazze madre e vedove ma anche materiale didattico alle scuole e sostegno alle realtà sociali più deboli.

Il capogruppo di ‘Uniti per Boville’ non si arrende: ‘Le famiglie –ha dichiarato Diana- sono il perno della società e un’Amministrazione comunale deve fare il possibile per sostenere i nuclei in difficoltà economica’. Le famiglie con un nucleo in cui sia presente una persona maggiorenne con grave disabilità, anche se percettori di indennità di accompagnamento, avranno una riduzione su tutti i tributi locali del 50% indipendentemente dall’Isee. Le famiglie con nucleo familiare in cui sia presente un minorenne con gravi disabilità, anche se percettori di indennità di accompagnamento, avranno una riduzione su tutti i tributi locali del 100% indipendentemente dall’Isee. Diana si sta battendo anche per l’istituzione del baratto amministrativo. ‘I cittadini che non riescono a pagare i tributi locali possono saldare il debito mettendosi a disposizione del Comune per eseguire i lavori socialmente utili –ha spiegato il consigliere capogruppo di ‘Uniti per Boville’- Così da un lato i contribuenti pareggiano i conti con l’amministrazione, dall’altro il Comune acquisisce forza lavoro. Questo prezioso strumento si chiama baratto amministrativo ed è già attivo in altre realtà limitrofe con ottimi risultati’. Ma per Diana non vanno dimenticate le ragazze madri e le vedove. ‘Anche per loro deve essere previsto un aiuto economico e riduzioni tributarie se hanno Isee inferiore a 15.000 euro dando assoluta priorità alle donne italiane nel rispetto delle minoranze etniche’. Infine la scuola. ‘Bisogna impegnarsi a fornire materiale didattico e primario in tutte le scuole: fogli, colori, matite come anche carta igienica, saponi, disinfettanti, mascherine. Spese che non possono ricadere esclusivamente sulle famiglie, come spesso accade’

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA
SOCIAL
TOP NEWS