Aggiornato alle: 04:00 di Giovedi 23 Gennaio 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Atina – Riaperta la strada provinciale 38

 ULTIME NOTIZIE
Atina – Riaperta la strada provinciale 38
02 Dicembre
21:02 2019

 

 

 

 

La sicurezza della viabilità stradale deve essere al primo posto per cittadini e automobilisti di passaggio. E’ il messaggio intrinseco in seguito alla riapertura, avvenuta questa mattina, della strada provinciale 38 in via della Veduta, lungo il centro storico di Atina, chiusa da oltre due anni a causa di una voragine. All’inaugurazione dell’arteria erano presenti numerose autorità, tra cui: i sindaci di Villa Latina, Settefrati e Picinisco, oltre al presidente della Provincia Antonio Pompeo, del suo vice Luigi Vacana e del Consigliere delegato alla viabilità, Germano Caperna.

La strada, che collega i Comuni di Villa Latina, Picinisco e San Biagio Saracinisco, era stata interrotta alla circolazione oltre due anni fa, quando tre chilometri dell’arteria subirono gravi danneggiamenti in seguito alla caduta di grossi massi, provocata dal maltempo. Infatti, sull’asfalto si aprì una profonda voragine, a causa della quale su immediatamente decisa la chiusura. E oggi, dopo una serie di interventi, collaudi e messa in sicurezza, si sono conclusi anche tutti i lavori di competenza dell’Amministrazione provinciale: nuovo asfalto, guard rail e interventi accessori necessari per la riapertura al traffico veicolare.

“Voglio ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile tale risultato – ha dichiarato il sindaco Adolfo Valente durante la cerimonia di questa mattina – gli enti coinvolti per le opere, i cittadini, i commercianti e i residenti per aver sopportato un lungo periodo di disagio. Un ringraziamento particolare intendo rivolgerlo al presidente Antonio Pompeo e agli uffici dell’Amministrazione provinciale per aver seguito con costanza e impegno i lavori di sistemazione”.

Pienamente soddisfatto lo stesso Antonio Pompeo. “Riattivare collegamenti viari che rendono possibile l’interscambio tra i piccoli Comuni, in questo caso della Valle di Comino – sottolinea il presidente della Provincia – significa aiutare non solo lo sviluppo dei singoli centri, ma agevolare la vita dei residenti che devono quotidianamente spostarsi per lavoro o per studio. La sicurezza della viabilità stradale è una nostra prerogativa. Non a caso, le arterie di competenza provinciale in Italia rappresentano l’80% dell’intera rete viaria. Anche per questo motivo continuo a sottolineare la necessità di riportare le Province al centro dell’azione governativa, in quanto rappresentano l’anello di congiunzione tra i singoli territori e il Governo Centrale”.

Che dire, a volte ci vuole “un gran sasso” per smuovere qualcosa e riuscire a condividerla.

Caterina Paglia

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
LE PIU' LETTE