Aggiornato alle: 18:45 di Sabato 18 Gennaio 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Atina – Passato, presente e futuro rivivono in Cineforum

 ULTIME NOTIZIE
Atina – Passato, presente e futuro rivivono in Cineforum
13 Gennaio
21:25 2020

 

 

 

 

Il cinema, la settima arte per eccellenza, rivive ad Atina grazie all’Associazione Prometeo e ai giovani del posto. Un fenomeno culturale, mediatico, sociale, ma soprattutto immortale che è entrato a far parte delle nostre vite grazie al prezioso lavoro dei Fratelli Lumière che hanno così dato l’input al cinema contemporaneo e ispirato le nuove generazioni.

Avventura, storia, illusione, cultura e realtà: è nata così l’idea del Cineforum di Atina. Si tratta di un interessante progetto che si è concretizzato lo scorso 8 gennaio 2020, con la prima proiezione di una serie di film che, dopo il cult western “Per un pugno di dollari” di Sergio Leone, proseguirà ogni mercoledì mercoledì, fino al 29 gennaio, a partire dalle 20:30, all’interno della splendida cornice del Salone di Rappresentanza del Palazzo Ducale. Le prossime proiezioni saranno: “Il Cigno nero” di Darren Aronofsky, “Youth” di Paolo Sorrentino e “Waking Life” di Richard Linklater.

“L’idea del Cineforum – racconta con grande entusiasmo Elena Zincone, tra i promotori dell’iniziativa – è partita non solo dalla passione per il cinema che ci accomuna, ma soprattutto dal forte desiderio di contribuire allo sviluppo culturale di Atina. Siamo un gruppo di nove ragazzi di età compresa tra i 25 e i 35 anni, ognuno dei quali si contraddistingue dall’altro per gusti e idee in campo cinefilo. Per il momento abbiamo scelto di proiettare quattro film nel mese di gennaio, preceduti da un aperitivo alle 19 presso i vari locali del centro storico di Atina, durante il quale si potrà dialogare di cinema e non solo. Il primo fra tutti a proporre il progetto del Cineforum è stato Davide Tamburrini che ha poi coinvolto tutti gli altri, compresa me: Gianluigi Medori, Sara De Luca, Rachele Iannetta, Giulio Marcelli, Annalisa Gallo, Guido e Nicola Cancellara. Detto ciò, va sottolineato che il nostro obbiettivo primario è quello di ripetere e sviluppare l’evento anche in estate, rendendolo un appuntamento fisso, un’attrazione capace di catturare tutti”.

Un’iniziativa davvero brillante che merita di essere seguita dalle varie generazioni, con un pensiero rivolto al primo cinema della Valle di Comino, nato ad Atina Inferiore.

Caterina Paglia

Parole Chiave - Tags
LE PIU' LETTE