Aggiornato alle: 16:00 di Lunedi 16 Settembre 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Atina – Nuova vita e messa in sicurezza per la strada provinciale che collega Atina con Villa Latina

 ULTIME NOTIZIE
Atina – Nuova vita e messa in sicurezza per la strada provinciale che collega Atina con Villa Latina
13 Settembre
21:33 2019

 

 

 

 

Viabilità e sicurezza stradale, dopo circa due anni dalla chiusura, verrà finalmente riaperto l’importante tratto di collegamento per la Valle di Comino.

Si tratta della strada provinciale che dalla centralissima via La Veduta ad Atina collega i comuni limitrofi: Villa Latina, Picinisco e San Biagio Saracinisco.

In seguito ad una grave caduta di massi e successiva frana, avvenute nel settembre del 2017, l’area è rimasta transennata fino ad oggi, causando notevoli problemi di transito ai visitatori e ai residenti, per non parlare delle attività commerciali presenti sul territorio che dalla chiusura della strada ne hanno pienamente risentito. E così, è notizia di qualche giorno fa, finalmente sul tratto inizieranno i necessari interventi di messa in sicurezza che daranno nuova vita alla strada e che si concluderanno entro il prossimo 20 ottobre. Per tali interventi, il Comune di Atina ha ottenuto dalla Regione Lazio un finanziamento pari a 122.935 mila euro circa. Con questi contributi verrà messa in sicurezza un’area di grande rilevanza soggetta da sempre a fenomeni franosi, smottamenti e caduta massi. Ecco l’elenco dei professionisti che ha curato e interverrà sul luogo attraverso una progettazione meticolosa: l’ingegner Wanda D’Ercole in qualità di Soggetto attuatore, il geometra Franco Domenicone come responsabile del procedimento, l’Edi Engineering S.R.L. sarà invece la ditta progettista, mentre la direzione dei lavori sarà affidata al geometra Luigi Fiori. Ad eseguire i lavori sarà l’impresa Pellegrini Consolidamenti S.R.L. che vedrà Fabrizio Pellegrini impegnato come responsabile di Cantiere. Per troppo tempo i cittadini valligiani hanno atteso tali interventi su una strada che era diventata ormai “fantasma”. Ora è auspicabile che vengano rispettati i termini e che, cosa ancora più importante, che il tratto di collegamento torni ad essere percorribile in maniera definitiva, senza nuove sorprese.

Caterina Paglia

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE