Atina – Grande partecipazione al progetto “Il Fiume Melfa: una piena di biodiversità” | TG24.info
Aggiornato alle: 04:00 di Lunedi 29 Novembre 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Atina – Grande partecipazione al progetto “Il Fiume Melfa: una piena di biodiversità”

 ULTIME NOTIZIE
Atina – Grande partecipazione al progetto “Il Fiume Melfa: una piena di biodiversità”
27 Ottobre
20:40 2021
Conoscere il territorio e rispettare l’ambiente attraverso un rapporto didattico sul posto che non trascura storia e tradizioni. Con questo leit motiv sono appena terminati i laboratori di educazione ambientale che prendono forma dal progetto “Il Fiume Melfa: una piena di biodiversità”, promosso dalla Regione Lazio-Ufficio di scopo piccoli comuni e contratti di fiume. I suggestivi laboratori, che hanno davvero entusiasmato le scolaresche, si sono svolti nei giorni scorsi nello splendido scenario della Valle di Canneto.

Destinatari diretti dell’iniziativa sono stati gli alunni dell’Istituto Comprensivo di Atina, in particolare le classi IV e classi V della scuola primaria, per un totale di 150 studenti coinvolti insieme ai loro docenti. Nel contempo, ovviamente, si è venuto a creare anche un coinvolgimento indiretto che ha visto la partecipazione di famiglie, personale scolastico e altri alunni della primaria, con una stima di circa 800 persone. Promotrice sul territorio dei laboratori è stata l’Associazione di promozione sociale Calamus, attraverso l’attività della sezione Cominia Trekking. Si tratta di una brillante realtà operativa dal 1994 per volontà di Massimo Antonelli e Massimo Belli che, con il supporto di Franco Pacitti, sta studiando e valorizzando tutte quelle attività in qualche modo inerenti e/o ricollegabili agli antichi strumenti musicali usati ancora oggi nella tradizione ciociara, quali la ciaramella e la zampogna.

“L’enorme bagaglio di Biodiversità storica e naturale, oltre che economica – sottolineano gli organizzatori – ci ha portato a scegliere come località di intervento e realizzazione delle proposte didattiche, l’area del fiume Melfa, in località Val di Canneto. La scelta del bacino idrico è stato motivato anche dal fatto che esso stesso è innegabilmente un luogo tra i più suggestivi del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise. Un’area protetta che sta per festeggiare il suo compleanno centenario. Tra gli obiettivi principali dei laboratori didattici, oltre alla socializzazione all’interno dello stesso gruppo di alunni, vi era quella di sensibilizzare i giovanissimi alla conoscenza del territorio di appartenenza e alle risorse ambientali. Gli studenti sono stati protagonisti attivi di questa bella esperienza che ha insegnato loro anche a riconoscere i principali organismi presenti nelle acque dolci del fiume Melfa, realizzando persino rilevazioni delle caratteristiche chimico/fisiche sul campo”. Piccoli ricercatori pronti per nuove avventure.

Caterina Paglia

 

 

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS