Aggiornato alle: 12:00 di Lunedi 30 Novembre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Atina – Bolletta salata dell’acqua per una perdita occulta, Codici vince la causa

 ULTIME NOTIZIE
Atina – Bolletta salata dell’acqua per una perdita occulta, Codici vince la causa
04 Dicembre
18:03 2018

 

Di fronte ad una bolletta dell’acqua assolutamente spropositata, pari ad oltre mille euro, Codici interviene al fianco di un utente di Atina per dimostrare l’esistenza di una perdita occulta.

L’episodio si è verificato un paio di giorni fa nel territorio di Ponte Melfa. In tal modo, seguendo la segnalazione dell’utente vittima della bolletta errata, il Centro per i diritti del cittadina, è riuscito a vincere la causa dinanzi al Giudice di Pace a Cassino. “Siamo vicini agli utenti di Acea Ato 5 da ormai diversi anni – spiegano da Codici -, operando per garantire loro la massima tutela e salvaguardia, nonostante le divergenze incontrate a seguito di una bolletta per oltre mille euro, basata su un calcolo errato perché viziato da una perdita occulta di acqua che Acea non ha mai voluto riconoscere. Più volte il consumatore ha tentato, senza successo, di avere ragione in conciliazione contestando gli importi delle fatture. Attualmente, il  gestore del servizio idrico, pur riconoscendo una perdita occulta, ha sempre sostenuto come non fosse rilevante ai fini del consumo effettivo. Tra l’altro, in base alla stessa perdita, Acea ha sovrastimato anche le bollette successive. Grazie all’apporto dello sportello Codici di Atina, guidato dall’avvocato Emilio Roncone, l’utente si è rivolto al Giudice di Pace di Cassino, ottenendo l’annullamento della bolletta ed infliggendo ad Acea anche il pagamento delle spese di lite. Dalla vicenda emerge come ancora una volta il supporto costante e imprescindibile di Codici nell’impostazione della causa sia stato fondamentale. L’invito a tutti cittadini che vogliono fare valere l’inesattezza di una bolletta è quella di rivolgersi agli sportelli dell’associazione perché ogni fattura deve essere certa e determinabile senza dare adito a dubbi o interpretazioni come invece avviene molto spesso”. E’ auspicabile che la proposta di Codici sia ben accetta anche e soprattutto tra le fasce più deboli che ogni giorno chiedono maggiori informazioni su un servizio altalenante. (foto di repertorio)

Caterina Paglia

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS