Arpino – Studenti “ammassati” negli autobus? Cotral provvede e viene incontro agli utenti | TG24.info
Aggiornato alle: 14:20 di Mercoledi 20 Gennaio 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Arpino – Studenti “ammassati” negli autobus? Cotral provvede e viene incontro agli utenti

 ULTIME NOTIZIE
Arpino – Studenti “ammassati” negli autobus? Cotral provvede e viene incontro agli utenti
13 Ottobre
12:00 2020

 

 

Studenti “ammassati” negli autobus? Cotral provvede e viene incontro agli utenti….affinché gli studenti vengano incontro alla comunità.

Già dalla giornata di ieri, in via sperimentale, l’azienda Cotral ha, predisposto alcune corse integrative negli orari di maggiore affluenza, per scongiurare il rischio di assembramento all’interno dei veicoli.

Il servizio è affidato a gestori privati, ma comunque fornito da Cotral, la società in house concessionaria del trasporto pubblico: la compagnia ha voluto, potenziare la prestazione negli orari più critici, ovvero in coincidenza con l’entrata e l’uscita delle scuole, per garantire agli studenti una più ampia possibilità di rispettare le norme previste sul distanziamento ed evitare il sovraffollamento a bordo. Le corse aggiuntive sono accessibili con lo stesso titolo di viaggio dei consueti bus blu. Previste anche delle corse intermedie durante l’arco della mattinata.

Il “servizio integrativo scolastico” copre la tratta Arpino/Sora ed Arpino/Isola Del Liri. È in via sperimentale per una settimana, per cui verrà sostanzialmente confermato o migliorato, nel pieno rispetto delle esigenze dei fruitori. La compagnia fa sapere che le corse aggiuntive sono state introdotte in larga scala, anche su altri percorsi ritenuti particolarmente “gremiti”. 

Il numeri dei contagi continua a salire ed il livello di allerta nel nostro territorio si alza. Così come la scuola, anche Cotral ci mette il massimo impegno per favorire il contenimento epidemiologico: la responsabilità resta nelle mani degli studenti. A loro viene rinnovato l’appello di indossare sempre la mascherina, in maniera corretta, che copra naso e bocca, negli orari di attesa, prima dell’ingresso nei rispettivi istituti ed all’uscita scolastica; di mantenere le distanze di sicurezza interpersonale, evitando anche assembramenti; di salutarsi senza entrare in contatto fisico, escludendo in maniera categorica baci, bacetti e strette di mano. Proteggiamoci a vicenda, le gambe di questo maledetto virus siamo noi stessi.

Sara Pacitto

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS