Aggiornato alle: 21:29 di Lunedi 26 Ottobre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Arpino – L’“insolito esame” chiude un percorso che mai si è lasciato all’incertezza del periodo

 ULTIME NOTIZIE
Arpino – L’“insolito esame” chiude un percorso che mai si è lasciato all’incertezza del periodo
09 Giugno
21:30 2020

 

 

 

Nella mattinata odierna gli alunni della classe III A della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo “M.T.Cicerone” hanno affrontato l’Esame di Stato di I Ciclo.

I rispettivi colloqui si sono tenuti per via telematica, dalle 08:30 alle 12:00 circa: una prova finale che, appunto, chiude un ciclo di studi importante per i 12 adolescenti. Una prova sicuramente insolita rispetto alle ordinarie abitudini: la “novità” dettata dalle disposizioni dovute alla straordinaria emergenza sanitaria non ha scoraggiato nessuno degli alunni. I singoli elaborati, prodotti in power-point, erano incentrati su tematiche personalizzate: argomenti analizzati, studiati, sviluppati, partendo dalle conoscenze già acquisite per poi approfondirne i contenuti ed estenderli alle diverse discipline. Tre mesi di didattica a distanza: lezioni, interrogazioni, attività di ricerca, verifiche, dibattiti. Le classi virtuali erano operative già il 5 marzo: un percorso educativo sicuramente rallentato ma mai interrottosi, caratterizzato anche da confronti, considerazioni, consigli su quanto stesse accadendo. Non è mancato il supporto morale delle insegnanti, che non si sono sottratte a dimostrarsi “amiche” comprensive, per incoraggiare e rassicurare. Dinanzi alle incertezze dovute all’emergenza sanitaria, educare, formare e sostenere la crescita personale e culturale degli allievi è rimasto l’obiettivo primario della scuola.
Al termine dei colloqui, le insegnanti Paola Mezzone, Cinzia Lancia, Loredana Alonzi, Laura Colafrancesco, Patrizia Cappello, AnnaMaria Rea, Luciana Patriarca, Maria Teresa Iacobelli, Sandra Carnevale, Paolo Bruni hanno voluto rivolgere i complimenti ai loro alunni «Non vi siete lasciati scoraggiare da alcuna criticità. Avete lavorato tanto ed i risultati non sono mancati: che questa esperienza sia una “lezione” per voi tutti. A noi docenti rimarrà il ricordo della vostra grande determinazione, una lezione che noi abbiamo ricevuto da voi. Ci auguriamo che quanto avete imparato nel triennio possa servirvi nella vita, affinché ognuno di voi realizzi sogni e desideri, per un avvenire sereno e ricco di felicità. Un doveroso ringraziamento alle famiglie per la preziosa collaborazione: l’impegno ed il lavoro corale hanno certamente favorito tale prestigioso esito. Al di là di quella che sarà la valutazione finale, siate orgogliosi del bagaglio culturale che ogni studenti ha maturato».
Soddisfazione anche da parte dei genitori, che rivolgono la loro gratitudine ai docenti, alla dirigente scolastica Gabriella La Marca ed a tutto il personale dell’Istituto per la lodevole gestione di questo particolare periodo storico: le famiglie, laddove ci sia stata un’esigenza, hanno sempre interagito con l’intero organigramma scolastico. Una disponibilità costante e risolutiva.
Sara Pacitto

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA
SOCIAL
TOP NEWS