Aggiornato alle: 04:00 di 29 Marzo 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Arpino – Controllo del territorio con il drone

 ULTIME NOTIZIE
Arpino – Controllo del territorio con il drone
25 Marzo
18:39 2020

 

 

 

Già prima dell’ordinanza dell’ENAC, con la quale l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile autorizza il «monitoraggio degli spostamenti» nelle aree urbane, il Comune di Arpino aveva fatto richiesta in tal senso e stava organizzando il servizio di controllo del territorio attraverso l’uso dei droni, al fine di favorire gli accertamenti sugli spostamenti dei cittadini in Terra di Cicerone.

L’impiego dei droni è stato previsto due giorni fa, su tutta la superficie nazionale, ed ufficializzato attraverso una nota inviata ai ministeri dell’Interno, dei Trasporti e della Giustizia, allo Stato Maggiore dell’Aeronautica, all’ENAV, all’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani ed ai Comandi delle Polizie Locali, al fine di “garantire il contenimento dell’emergenza epidemiologica da Coronavirus”. Il documento specifica che fino al 3 aprile 2020 “le operazioni condotte con sistemi aeromobili a pilotaggio remoto con mezzi aerei di massa operativa al decollo inferiore a 25 kg, nella disponibilità dei Comandi di Polizia Locale ed impiegati per le attività di monitoraggio, potranno essere condotte in deroga ai requisiti di registrazione e di identificazione fissati dall’art. 8 del Regolamento ENAC”. Nell’utilizzo del drone, il pilota dovrà mantenere costantemente il contatto visivo con il dispositivo ed il controllo potrà essere esteso anche su aree urbane dove vi è scarsa popolazione esposta al rischio di impatto.

Il sindaco di Arpino, Renato Rea, spiega《Comunico che a partire dalla giornata di venerdì 27 marzo sarà attivo un drone, con la finalità di monitorare il territorio, per verificare eventuali situazioni di pericolo o mancato rispetto delle prescrizioni, anche alla luce di numerose segnalazioni pervenute in tal senso》. In effetti, diversi residenti hanno lamentato un’insolita densità di autoveicoli in transito e gente a passeggio, oppure a fare sport, in particolar modo presso le località Collecarino e Civitavecchia. Il sindaco esorta ed avvisa《Raccomando il rispetto delle disposizioni normative in materia, principalmente per la salvaguardia della salute e della sicurezza pubblica, ma anche per evitare le pesanti ripercussioni sanzionatorie previste in questi casi》. Si intensificano i controlli su strada, sia nel centro che in periferia, effettuati dalla Polizia Locale, dai Carabinieri della stazione arpinate, dalla Guardia di Finanza e dalle pattuglie della Polizia Stradale di Sora.

In considerazione dell’ultimo DPCM, con il quale la Presidenza del Consiglio dei Ministri stabilisce che, fino al 3 aprile, salvo proroghe, è assolutamente vietato a tutte le persone di trasferirsi e spostarsi fuori del Comune ove ci si trova, tranne che per esigenze lavorative o di assoluta urgenza, il sindaco Rea aggiunge《Rinnovo l’invito a restare a casa per la tutela della salute propria e degli altri. Il mio pensiero va a quelle persone che, invece, devono comunque andare a lavorare, per gli interessi di tutti noi, sia negli uffici pubblici che nelle aziende che producono materiali di prima necessità, sia ad Arpino che fuori Città. Quando siamo tentati ad evadere le regole pensiamo anche a loro, che magari vorrebbero restare a casa ma non possono》.

Infine si comunicano le disposizioni dell’Ufficio Postale di Arpino relativamente all’erogazione delle pensioni del mese di aprile, accreditate già da domani, giovedì 26 marzo, sui rispettivi conti BancoPosta, sui libretti di risparmio e sulle carte “Poste Pay Evolution”. Si invitano gli utenti a non recarsi personalmente presso gli sportelli dell’ufficio postale: il servizio “Postamat” è sempre attivo per i prelievi.

Nel caso sia assolutamente necessario recarsi allo sportello, bisognerà rispettare gli orari indicati nel calendario appositamente stilato per evitare pericolosi ed inutili assembramenti:
giovedì 26 marzo dalla A alla B;
venerdì 27 marzo dalla C alla D;
sabato 28 marzo dalla E alla K;
lunedì 30 marzo dalla L alla O;
martedì 31 marzo dalla P alla R;
mercoledì 1 aprile dalla S alla Z.
Si auspica la massima collaborazione, anche da parte delle famiglie che vorranno informare e sollecitare i propri cari anziani, tra le categorie più a rischio, ricordando loro di indossare sempre mascherina e guanti e mantenere opportuna distanza di sicurezza, evitando di intrattenersi a chiacchierare.
Sara Pacitto

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
LE PIU' LETTE