Aggiornato alle: 23:00 di Giovedi 20 Febbraio 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Arpino – Cittadini preoccupati perché non vedono l’isola

 ULTIME NOTIZIE
Arpino – Cittadini preoccupati perché non vedono l’isola
27 Settembre
19:33 2019

 

 

 

Il cantiere allestito ad inizio dicembre dello scorso anno sollevò non poche preoccupazioni rispetto alla realizzazione di un’isola ecologica comunale in un’area immediatamente adiacente al centro storico, tra i quartieri Ponte e Colle: veniva ridimensionata una zona che risultava comoda e capiente per il parcheggio, riducendola ad uno spazio più esiguo per la sosta dei veicoli, ma il disagio era ben ripagato dall’ottimizzazione di una prestazione a vantaggio della comunità.

Di fatto il centro di raccolta è un servizio al cittadino, una soluzione che mira ad agevolare gli utenti che devono sbarazzarsi dei rifiuti speciali, ingombranti o pericolosi, i quali vanno depositati solo ed esclusivamente negli appositi ecocentri. Ed in effetti sono tante le segnalazioni fatte dalla cittadinanza alle forze di polizia relativamente all’abbandono di rifiuti sul territorio comunale. La stessa redazione del TG24.info si è più volte occupata  di queste dimostrazioni di inciviltà: elettrodomestici e componenti elettronici, pneumatici, amianto, scarti di materiale edile. La comunità adesso pone dubbi sui tempi di compimento dell’eco piazzola, chiedendosi, a distanza di quasi un anno, a che punto siano i lavori di realizzazione del punto di raccolta.

Effettivamente, come si vede nelle foto, la “realizzazione” pare non abbia fatto grandi passi avanti: il nastro che delimita il cantiere, chiuso, riporta la scritta “LAVORI IN CORSO”, ma non c’è traccia alcuna di attività all’interno dell’area. Come stava …sta, se non fosse per il bagno chimico, i cespugli e l’erba cresciuti sui cumuli di detriti.
L’isola ecologica verrà concretata con un finanziamento concesso dalla Provincia di Frosinone, per un importo lordo di euro 180.000,00. Nei giorni scorsi una determina pubblicata sull’albo del Comune di Arpino riporta alla necessità di una “parziale rettifica” dei costi “In corso d’opera sono stati modificati gli importi relativi alla progettazione ed è aumentato l’importo dei lavori”. Nella fattispecie è stato rimodulato il compenso dovuto all’architetto, incaricata per la progettazione esecutiva, la direzione dei lavori e la contabilità, il collaudo ed il coordinamento della sicurezza, ed alla ditta aggiudicataria del bando che sta eseguendo, o meglio che starebbe per eseguire, i lavori di realizzazione.
Sara Pacitto

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
LE PIU' LETTE