Arpino – Chiese, palazzi e castelli in musica in una straordinari iniziativa che arriva dalla Città di Cori | TG24.info
Aggiornato alle: 17:00 di Sabato 23 Ottobre 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Arpino – Chiese, palazzi e castelli in musica in una straordinari iniziativa che arriva dalla Città di Cori

 ULTIME NOTIZIE
Arpino – Chiese, palazzi e castelli in musica in una straordinari iniziativa che arriva dalla Città di Cori
26 Settembre
20:10 2020

 

 

 

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, il Complesso Strumentale “Fanfarra Antiqua” della Città di Cori promuove una serie di concerti che si terranno su tutto il territorio. Questo fine settimana l’iniziativa fa tappa: la quinta tappa della tournée si terrà domani, domenica 27 settembre, alle ore 17:00, con un’animazione sotto la Torre di Cicerone, per poi proseguire alle ore 18:00 presso il Museo della Liuteria “Embergher-Cerrone” .

Negli anni in cui il MIBACT, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, invita le organizzazioni turistiche e culturali a promuovere i borghi, i centri storici, i musei, i monumenti, i cammini percorsi dai pellegrini in epoche passate, con l’obiettivo di riscoprire e promuovere il Patrimonio culturale, architettonico, artistico e storico dell’Italia, il Complesso Strumentale “Fanfarra Antiqua” di Cori ha pensato bene di presentare una interessante rassegna sulle musiche del ‘500, denominata “Chiese, Palazzi e Castelli in Musica”: soavi melodie, canti, balli ed animazioni che restano fedeli alle interpretazioni originali; conferenze, sapori ed arti del Rinascimento, con artisti in costumi d’epoca e degustazioni di pietanze tipiche del periodo rappresentato. Una rievocazione storica delle melodie elaborate dal maestro Fabritio Caroso da Sermoneta (1526-1605), arricchito dallo scenografico spettacolo curato dalla Compagnia di Danza rinascimentale“Tres Lusores” di Cori: una sorta di viaggio nel tempo, ispirato dal desiderio profondo di riportare alla luce i tesori di un’epoca. Le finalità principali perseguite dal Complesso Strumentale “Fanfarra Antiqua” sono quelle di salvaguardare una parte importante della cultura musicale del Rinascimento italiano, oltre a quella di conservare, promuovere e valorizzare la memoria storica del territorio dei monti Lepini e del Lazio. Il Complesso, per questa tournée, si gioverà della collaborazione di Maestri di riconosciuta esperienza come il direttore musicale Carlo Vittori (clavicembalo, flauto, percussioni), Mauro Salvatori (flauto, piva rinascimentale), Francesca Candelini (flauto), Carlo Marchionne (flauto), Roberta Polverini (soprano), Mariangela Cafaro (soprano), Anna Maria Gentile (viola da gamba), Laura Fabriani (tammorra) e Orazio Fanfani (percussioni). Prossima ed ultima tappa di questo circuito di concerti il 3 ottobre a Sermoneta, presso il Castello Caetani. L’evento contemplerà anche delle visite guidate di tutti i monumenti interessati dagli spettacoli, oltre ad una mostra iconografica ed una conferenza sugli antichi trattati redatti dal maestro Fabritio Caroso da Sermoneta e sui Cammini di Fede del territorio lepino. Al termine di ogni concerto sarà offerto un banchetto di pietanze e dolcetti rinascimentali preparati nei più pregiati laboratori artigianali della Città di Cori.
L’iniziativa è patrocinata dal MIBACT, Direzione Regionale Musei Lazio, dalla Regione Lazio, dall’ANCI-Lazio, dalla Fondazione “Roffredo Caetani” di Sermoneta, dai Comuni di Cori, Segni, Cisterna di Latina, Maenza ed Arpiro, dalle Pro Loco di Cori, Cisterna di Latina ed Arpino.

Sara Pacitto

 

 

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS