Aggiornato alle: 08:47 di 23 Febbraio 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Arpino – Capitale della Cultura, sarà un grande risultato per l’intera Ciociaria (video)

 ULTIME NOTIZIE
14 Febbraio
16:00 2020

 

 

 

Nella mattinata odierna, presso il Salone di Rappresentanza di Palazzo Jacobucci, l’Amministrazione Provinciale di Frosinone ha ospitato tutti i comuni del territorio per sostenere la candidatura della Città di Arpino a “Capitale Italiana della Cultura” per l’anno 2021.

L’assessore arpinate Valentina Polsinelli ha presentato l’evento e ne ha illustrato i contenuti, rivolgendo un particolare ringraziamento agli intervenuti: dal presidente Antonio Pompeo al prefetto S.E. Ignazio Portelli; il vicepresidente della Provincia, Luigi Vacana; i sindaci e le delegazioni che hanno onorato l’invito, le rappresentanze del Liceo Classico “Tulliano” di Arpino e del Liceo Artistico “Bragaglia” di Frosinone, indirizzo musicale; Andrea Chietini, presidente della Fondazione “Umberto Mastroianni”; l’architetto Luca Calselli, che sta curando la realizzazione del dossier; Leonardo Monni, studente vincitore dell’ultima edizione del “Certamen Ciceronianum Arpinas”. «Il progetto “Civitas Mundi”, ha spiegato la Polsinelli, si propone di rivisitare politica e cultura in chiave umanistica, affinché siano traino di sviluppo per il territorio. L’elaborazione del dossier avviene con trepidazione, in ogni sua fase: sono stati organizzati incontri e dibattiti, cercando di coinvolgere tutti. Tante le tematiche emerse, che spesso non vengono affrontate sinergicamente. La candidatura di Arpino non è esclusiva: si concorre unitamente agli altri 90 comuni della Provincia di Frosinone».
Il presidente della Provincia, Antonio Pompeo conferma ed incita «Una grande occasione per l’intera Ciociaria: la nutrita partecipazione a questo incontro e l’entusiasmo degli intervenuti dimostra che la Provincia di Frosinone sa unire le forze e sa fare gioco di squadra. Il territorio ciociaro non è solo criticità: arte, cultura, storia, tradizioni, sono il potenziale che abbiamo il dovere di far emergere. Ringrazio tutti, fiducioso che nessuno mancherà in questa collaborazione».
Con il giusto ottimismo il sindaco della Terra di Cicerone, Renato Rea, specifica e torna ad invitare «Arpino si è lanciata in questa avventura ma l’intera provincia di Frosinone ne è coinvolta: insieme si può fare risultato. Una occasione importante per l’intero territorio, un volano per lo sviluppo culturale, economico, turistico e sociale di tutto il comprensorio. La Ciociaria ha tanto da dare: è necessario che ognuno contribuisca con il proprio tassello alla realizzazione del puzzle vincente. Per ottenere, bisogna essere unirsi: non siano proclami, adesso possiamo davvero lavorare insieme. Un sentito ringraziamento per il sostegno morale, che si realizzi concretamente».
Il consigliere arpinate Niccolò Casinelli rilancia «La considerevole presenza all’evento odierno è un segnale importante da parte delle Istituzioni territoriali che stanno, appunto, sostenendo con entusiasmo il progetto “Arpino Capitale della Cultura”: per noi è già un onore essere tra le 44 città candidate. Siamo consapevoli che la città di Arpino e l’intera provincia frusinate si aspettano una grande risposta progettuale: stiamo lavorando per rispondere agli auspici di tutti».
Il 29 febbraio si terrà la presentazione ufficiale del progetto, alla presenza di tutte le Istituzioni del territorio provinciale.
Riprese e montaggio di hd24.it

Sara Pacitto

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
LE PIU' LETTE