Arpino – Arbitro donna offesa, partita sospesa. Parla il presidente Paolo Di Rienzo | TG24.info
Aggiornato alle: 04:00 di Venerdi 25 Giugno 2021
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Arpino – Arbitro donna offesa, partita sospesa. Parla il presidente Paolo Di Rienzo

 ULTIME NOTIZIE
Arpino – Arbitro donna offesa, partita sospesa. Parla il presidente Paolo Di Rienzo
16 Ottobre
12:15 2017

 

 

Durante la partita di ieri, Arpino – Itri, valevole per la settima giornata del campionato di Promozione, girone D, l’arbitro la signora Sara Marinella della sezione Roma 1, all’88^ minuto, mancava pochissimo al fischio finale della partita e il risultato era sull’1 a 1, ha ritenuto opportuno sospendere la gara.

In seguito all’espulsione di un giocatore dell’Itri, in campo sono volate brutte parole ed atteggiamenti da condannare, nei confronti del direttore di gara.  La decisione, come afferma il presidente dell’Arpino Paolo di Rienzo, è stata presa, in seguito all’estrazione del cartellino rosso nei confronti di Altobelli, giocatore dell’Itri, che  ha inveito contro l’arbitro e di conseguenza il direttore di gara ha ritenuto opportuno sospendere la gara.

Ecco i fatti raccontati dal presidente dell’Arpino Paolo Di Rienzo

“Verso il 70’ c’è stata la prima espulsione per l’Itri del giocatore n. 16 avvenuta per un’entrata da dietro. Dopo alcuni minuti l’arbitro ha estratto il cartellino rosso per il giocatore n. 6, Gregorio Altobelli. Il calciatore appena ha visto il cartellino si è accanito contro l’ arbitro, minacciandola e infierendo su di lei. Sono intervenuti due miei giocatori per evitare il peggio ed è entrato in campo anche il maresciallo dei Carabinieri.  L’arbitro ha quindi deciso di richiamare la terna sospendendo la partita. I giocatori dell’Itri erano molto nervosi,  forse per il bel gioco dell’Arpino, si aspettavano probabilmente di fare qui da noi risultato facile. L’ arbitro ha deciso la sospensione della gara e sicuramente ci sarà la vittoria a tavolino. Durante la durata dell’incontro, sostanzialmente per buoni 70 minuti, non c’erano stati motivi di offendere il direttore di gara, perché era stata una partita tranquilla.
Purtroppo avvicinandosi allo scadere, l’Itri si è  innervosita  perché vedevano pareggiare una partita (che forse davano per facile), alla prima espulsione di un loro giocatore (a mio avviso giustissima) hanno iniziato ad offendere l’arbitro, fino alla seconda espulsione, quella di Altobelli che appena ha visto il cartellino rosso, è  andato di matto contro il povero arbitro. Ammetto che appena lei ha fischiato la fine ( la sospensione ) sono andato via, schifato e disgustato. Ancora oggi nel 2017 in un campionato, succedono queste cose, poi ad una donna!

Anna Ammanniti

 

 

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS