Aggiornato alle: 14:01 di Mercoledi 20 Marzo 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Anagni – Tagliaboschi, risponde al sindaco: “Mai fatte certe dichiarazioni”

 ULTIME NOTIZIE
Anagni – Tagliaboschi, risponde al sindaco: “Mai fatte certe dichiarazioni”
10 Agosto
21:18 2018
Sandra Tagliaboschi, consigliere comunale di minoranza, è stata chiamata in causa dal sindaco Daniele Natalia su una polemica legata alla sanità.

Sandra Tagliaboschi basita dichiara che le dichiarazioni tirate in ballo dal sindaco non la riguardano, di seguito la sua nota stampa.“Il sindaco Daniele Natalia, con un post sulla sua pagina Facebook, mi attribuisce dichiarazioni mai fatte e prese di posizione mai assunte in merito alla situazione sanitaria di Anagni e del comprensorio. Ho sempre avuto profondo rispetto del comitato “Adesso Basta”, comitato che si è sempre dichiarato apolitico, ho auspicato la non strumentalizzazione del problema sanità, ribadisco quanto detto più volte, la sanità non ha colore politico, ho posto la mia firma in uno dei punti di raccolta presenti in paese, proprio per non fare strumentalizzazione non ho postato il momento della firma o fatto interviste, il movimento apolitico va rispettato!

Onestamente non capisco il perché di accuse alla mia persona. Mercoledi sera ho partecipato ad un direttivo provinciale del PD. Nel mio intervento ho riferito della manifestazione e chiesto al partito di fare chiarezza con i cittadini, ma, soprattutto, ho criticato il presidente Zingaretti per non metterci la faccia su un argomento che ha mobilitato, lo scorso 2 agosto, cinquemila persone, tra le quali ero presente anche io come anche il sindaco ha riconosciuto. Sono dell’avviso che Zingaretti dovrebbe venire ad Anagni per rendersi conto personalmente della situazione e ovviamente dare delle risposte ai cittadini. Nello smentire categoricamente di aver accusato lo stesso Natalia di demagogia circa la sua battaglia a favore del primo intervento di Anagni, rilevo con amarezza che con troppa superficialità si punta il dito contro una concittadina per di più consigliere comunale, senza informarsi su cosa realmente la consigliera ha dichiarato nella direzione politica alla quale ha partecipato, sarebbe bastata anche una semplice telefonata da parte del sindaco alla sottoscritta.Quindi quanto affermato dal sindaco sul suo post è assolutamente falso. Questo modo di fare, scrivere questi comunicati su facebook ottiene il risultato di inasprire ulteriormente gli animi, come dimostrano le offese che ho ricevuto da chi ha commentato il post, in cui mi scrivono falsa, ipocrita, bugiarda e tanto altro che non ha nulla a che vedere con la tutela dei nostri diritti”.
Anna Ammanniti

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE