Aggiornato alle: 09:08 di Giovedi 27 Febbraio 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Anagni – Scritte vandaliche e stato di abbandono nel Parco della Rimembranza (video)

 ULTIME NOTIZIE
13 Febbraio
17:03 2020
Il senso civico e l’educazione non sono buone pratiche per parecchi. Vandali che si divertono a deturpare bellezze storiche lasciate in eredità da secoli; tali antichità stanno morendo per mano delle nuove generazioni di incivili.

Non parliamo di scritte vandaliche su semplici muri, ma su “mura” dall’immenso valore storico oltre che di bellezza spettacolare, le mura che ospitano il Parco della Rimembranza, giardino sito al di sotto di Piazza Cavour, considerata una delle terrazze più belle d’Europa. La meravigliosa cinta muraria che circonda la città di Anagni raccoglie storia e mitologia, fu costruita tra la fine del IV secolo a.C. e gli inizi del III secolo a.C, molto probabilmente nel 306 a.C., l’uomo è arrivato al 2020 per dover assistere allo scempio delle scritte vandaliche che vanno a sfregiare la nostra storia.

Oltre le azioni vandaliche di incivili che molto sicuramente ignorano il peso storico di quelle mura, c’è nel giardino uno stato totale di abbandono: erba alta, erbacce tra le mura, bottiglie di vetro lasciate in grossi mucchi, insomma il parco è mal custodito. Non sembra esserci video sorveglianza e i “teppisti” delle scritte e di altro si sentono al sicuro mentre compiono le loro male azioni.

Anna Ammanniti

 

Parole Chiave - Tags
SOCIAL
LE PIU' LETTE