Aggiornato alle: 04:00 di 29 Novembre 2020
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Anagni – Risarcimento milionario al Comune? Parla l’ex sindaco

 ULTIME NOTIZIE
Anagni – Risarcimento milionario al Comune? Parla l’ex sindaco
26 Marzo
17:32 2019
Cinquecento mila euro di risarcimento, questa sarebbe la somma richiesta da un funzionario del Comune di Anagni all’ente.

Somma che sarebbe stata richiesta a titolo di risarcimento per mancata promozione, per fatti avvenuti all’epoca delle precedenti amministrazioni. La richiesta di risarcimento sarebbe stata inviata al Comune e sulla stampa è stato nominato il colonnello Fausto Bassetta che ci tiene a precisare: “Come al solito c’è sempre chi tenta di distorcere le notizie per uso e consumo politico, non rendendo un servizio serio e corretto. Su una presunta causa contro il Comune per mancata promozione di un funzionario a livello dirigenziale, è opportuno precisare che la precedente amministrazione non poteva riconoscere alcuna posizione dirigenziale, perché l’ente non prevede posizioni dirigenziali, ma soltanto responsabili di servizio. A tal proposito, proprio per strutturare l’ente su aree dirigenziali, era stata adottata una delibera nel settembre 2017, revocata (non annullata come erroneamente riferito) senza plausibili ragioni dall’ultimo commissario prefettizio. La dirigenza, d’altra parte, secondo la normativa introdotta proprio nel 2014, deve essere attribuita mediante un pubblico concorso e non per promozione interna. Posizioni dirigenziali riconosciute precedentemente e con contratti a tempo determinato, anche dal precedente commissario (contratti venuti a cessare per fine mandato, come espressamente statuito) vanno giustificate da chi le ha concesse. Gli eventuali errori, compresa la durata, qualora riconosciuti dal giudice, attengono al contratto che non è stato sottoscritto dall’amministrazione Bassetta. La precedente amministrazione ha sempre voluto operare nella correttezza formale e sostanziale, anche perché non si è mai capito – come mai in precedenza – il trattamento dirigenziale sia stato riconosciuto a un solo funzionario del Comune. Ci auguriamo che l’attuale amministrazione sappia tutelare gli interessi dell’ente e della città, al di là delle spade di Damocle.”

Anna Ammanniti

Parole Chiave - Tags
IN EVIDENZA

.

SOCIAL
TOP NEWS