Aggiornato alle: 12:00 di Lunedi 20 Maggio 2019
Testata Giornalistica Telematica n.1/12

Anagni – Obbliga la moglie a dormire sul pavimento, non voleva dare la bambina in adozione

 ULTIME NOTIZIE
Anagni – Obbliga la moglie a dormire sul pavimento, non voleva dare la bambina in adozione
17 Maggio
10:30 2019
Lui, un marocchino di 45 anni residente ad Anagni aveva sposato una donna di venti anni più giovane perchè diceva, doveva essere fertile per potergli regalare un figlio maschio. Invece quando la moglie era rimasta incinta, aveva scoperto di aspettare una bimba. Al momento del parto l’uomo era andato su tutte le furie.

Quella figlia femmina non la voleva, anzi aveva fatto capire a chiare note che doveva darla in adozione. Ma la donna tra le lacrime gli aveva detto che quella era la sua bambina, la loro bambina, come poteva dire una cosa del genere? L’uomo però era stato inflessibile e per costringere la moglie a piegarla ai suoi voleri l’aveva costretta a dormire sul pavimento della cucina. Una situazione che si era protratta nel tempo. Fino a quando la coniuge a causa dei patimenti subìti si era ammalata di polmonite ed era stata costretta a ricorrere alle cure ospedaliere. E proprio durante il ricovero la donna aveva raccontato ai medici quello che il marito le stava facendo passare da quando era nata la loro figlioletta. I sanitari l’avevano messa in contato con un centro antiviolenza della provincia. E proprio l’avvocato Sonia Sirizzotti che seguì il caso, fece scattare la denuncia nei confronti di quel marito violento. Una denuncia a cui è seguito un processo nel quale l’uomo è stato condannato in contumacia a due anni di reclusione. Il giudice ha stabilito inoltre che l’imputato non potrà più avvicinarsi alla moglie ed alla figlioletta. Al momento la donna proprio per evitare di poter essere rintracciata dal coniuge ha cambiato città. Ma la paura che l’uomo possa rintracciarla e farle ancora del male non l’abbandona mai.

Mar. Ming.

Articoli Correlati

LE PIU' LETTE